Contenuto sponsorizzato

Fermato per furto alla Lidl, dall’auto spuntano un coltello e marijuana: arrestato un 38enne

Il 38enne fermato per aver rubato in un supermercato è stato anche denunciato per porto abusivo di armi e oggetti atti ad offendere, segnalato per il possesso di sostanze stupefacenti mentre la sua auto è stata sottoposta a fermo amministrativo perché sprovvista di assicurazione

Pubblicato il - 01 dicembre 2020 - 16:10

SAN GIOVANNI ILARIONE (VR). I carabinieri sono intervenuti quando hanno notato un uomo aggirarsi con fare sospetto nella zona del parcheggio antistante il supermercato Lidl di San Giovanni Ilarione, in provincia di Verona. L’uomo, un cittadino di origine marocchina classe 1982, si stava dirigendo verso la sua automobile quando è stato fermato.

 

Al momento della perquisizione, dalle tasche del suo giaccone pesante sono spuntati numerosi prodotti cosmetici, non essendo in grado di consegnare uno scontrino fiscale i militari hanno deciso di approfondire la questione appurando come gli stessi, per un valore di circa 100 euro, fossero stati in realtà rubati dal supermercato vicino.

 

A quel punto i carabinieri hanno deciso di perquisire anche la vettura del soggetto dove sono stati trovati un coltello, con lama in acciaio lunga 19 centimetri, e 6 grammi di marijuana. L’uomo è stato arrestato e denunciato per il reato di “porto abusivo di armi e oggetti atti ad offendere”, inoltre è stato segnalato anche per il possesso della sostanza stupefacente.

Inoltre, l’automobile del 38enne è stata sottoposta a fermo amministrativo perché sprovvista di assicurazione. In un secondo momento si è scoperto che l’uomo si era reso responsabile di altri furti consumati sempre ai danni di supermercati a San Bonifacio, Tregnago e San Giovanni Ilarione.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

24 gennaio - 05:01

Dalle versioni contraddittorie di Pat e Apss alla conferma del Ministero della Salute che sottolinea: “Il tampone molecolare di controllo deve essere fatto nel più breve tempo possibile. Su questo non c’è dubbio. Non mettiamo un limite temporale, ma possibilmente entro 24-48 ore”. Eppure in Trentino è stato dimostrato che servono almeno 10 giorni

23 gennaio - 20:31

Sono 246 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 43 pazienti sono in terapia intensiva e 40 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 6 decessi, mentre sono 28 i Comuni con almeno 1 nuovo caso di positività

23 gennaio - 19:50

Oggi la conferenza Stato - Regioni, Fugatti: ''I programmi dell'arrivo dei vaccini sono saltati. Ci dobbiamo arrangiare con gli strumenti che abbiamo. Con i vaccini, purtroppo, ci vorrà molto tempo per avere un numero alto di somministrazioni nella popolazione”

 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato