Contenuto sponsorizzato

Futura sulla nube di Rovereto: “Paura alimentata dalla Giunta per scopi elettorali”

Futura Rovereto attacca la Giunta sulla comunicazione ufficiale per “l’emergenza nube”: “Lo stesso stile adottato dalle destre in campagna elettorale: primo, seminare la paura; secondo, raccogliere consenso; terzo, attribuirsi il merito dello scampato pericolo”

Di Tiziano Grottolo - 02 September 2020 - 20:36

ROVERETO. Tanta paura e preoccupazione fra i cittadini di Rovereto e dintorni per la fuoriuscita di una nube dallo stabilimento della Sunfarma. L’allarme era stato lanciato direttamente dalla pagina ufficiale della Provincia tramite un comunicato dove si parlava di non meglio precisate “sostanze gassose” consigliando alla popolazione “di rimanere in casa”. Fortunatamente tutto si è risolto per il meglio dal momento che le sostanze fuoriuscite non erano pericolose e la nube si è dissolta senza conseguenze (QUI articolo)

 

Eppure, la gestione della vicenda da parte della Provincia, in particolare della comunicazione, non è piaciuta a Futura Rovereto che ha attaccato: “Piazza Dante ha alimentato la paura facendo presagire chissà quali scenari, salvo poi rimangiarsi tutto. Al di là dell’episodio singolo, c’è molto da riflettere – sottolinea Futura – su come la giunta provinciale leghista concepisca la comunicazione ai cittadini nelle situazioni di emergenza. Una comunicazione che riprende pari pari lo stile adottato dalle destre in campagna elettorale: primo, seminare la paura; secondo, raccogliere consenso; terzo, attribuirsi il merito dello scampato pericolo”.

 

Come sottolineato da Futura, e spiegato dai vertici Sunfarma, l’emergenza ha messo in evidenza l’ottimo funzionamento della macchina dei controlli e dei sistemi d’allarme: alle primissime avvisaglie della fuoriuscita di potassio clavulanico (un semplice e innocuo principio attivo dell’antibiotico), l’azienda ha attivato immediatamente il protocollo di intervento, così come pianificato con Appa, vigili del fuoco e Provincia, individuando e circoscrivendo l’area del guasto.

 

Che bisogno c’era – si chiede il movimento – di soffiare sul fuoco della paura della gente, se non per il fatto che si pensava di cavalcare l’evento in chiave elettoralistica a Rovereto?”. Ad ogni modo Futura, da qui in avanti, chiede maggiori controlli: Rovereto e in modo particolare il quartiere di Lizzana devono affrontare spesso il problema della qualità dell’aria dovuto alle numerose industrie presenti nel territorio. È necessario garantire ai cittadini tutti gli interventi necessari per evitare il ripetersi di simili situazioni”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 14 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
15 aprile - 10:01
Sono 1.525 le persone attualmente contagiate in Trentino. Sono 27 i territori con 1 persona attualmente positiva. Registrate 165 guarigioni [...]
Ambiente
15 aprile - 06:01
Nel 2015, in Trentino, era stato avviato un progetto innovativo basato su un sistema intelligente che puntava a evitare che gli orsi si [...]
Cronaca
15 aprile - 08:33
A provocare l'incendio il guasto di un freno. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Bressanone 
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato