Contenuto sponsorizzato

Gestiva un'attività di spaccio di metadone. Arrestato un 47enne

L'uomo è stato arrestato a Bolzano dopo un'intensa attività di indagine e pedinamento da parte degli agenti della questura. Nella perquisizione dell'abitazione, infatti, i poliziotti trovavano un borsone contenente 18 flaconi di metadone, potente analgesico utilizzato nelle terapie di disintossicazione

Pubblicato il - 15 June 2020 - 09:31

BOLZANO. Aveva una riserva di metadone pronta ad essere messa in commercio, il cittadino tunisino di 47 anni arrestato nella giornata di venerdì dopo un'intensa attività di indagine da parte della squadra mobile della questura di Bolzano. A seguito di diverse segnalazioni, infatti, il soggetto era stato messo sotto osservazione da parte degli agenti del capoluogo altoatesino, che lo pedinavano e scoprivano il suo domicilio.

 

Perquisita l'abitazione, i poliziotti rinvenivano all'interno di un borsone 18 flaconi di metadone cloridrato da 20 millilitri, pronti per essere venduti. Il metadone è un analgesico molto potente utilizzato nelle terapie di disintossicazione, che se assunto in grandi quantità può portare anche alla morte. Questo viene, d'altra parte, utilizzato anche in sostituzione dell'eroina o degli oppiacei da parte di quei soggetti che non vogliono rivolgersi alle strutture sanitarie competenti.

 

Attualmente gli agenti della questura bolzanina stanno indagando sulla provenienza della sostanza, probabilmente giunta nelle mani del 47enne attraverso qualche tossicodipendente in cura nei Ser.D.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
23 giugno - 21:07
Una barca si è rovesciata nel lago di Caldonazzo a causa del forte maltempo che si è abbattuto su ampie porzioni del Trentino. Due persone [...]
Cronaca
23 giugno - 19:56
Chi è abituato a percorrere il viadotto dei Crozi sa che sulla vecchia strada da sempre si formano delle cascate con l'arrivo del maltempo. Ora [...]
Cronaca
23 giugno - 21:22
I due escursionisti, con una comitiva di altre 6 persone, si trovavano a quota 3.100 metri sotto le roccette di Punta Penia quando è avvenuto il [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato