Contenuto sponsorizzato

Gli hacker attaccano i sistemi informatici. Gli operai di Luxottica invitati a rimanere a casa

Due stabilimenti bellunesi della multinazionale degli occhiali sono stati oggetto di un attacco informatico da parte di ignoti. Il blocco dei sistemi informatici ha così costretto la società a invitare gli operai a rimanere a casa, saltando il proprio turno di lavoro

Pubblicato il - 21 settembre 2020 - 18:55

AGORDO. Mattinata decisamente movimentata per la multinazionale dell'occhiale Luxottica, oggetto di un attacco hacker che ha paralizzato la produzione in due dei tre stabilimenti della provincia bellunese, tra cui quello storico di Agordo, dove l'azienda è nata nel 1961. La società ha dovuto invitare i dipendenti a rimanere a casa, adducendo come causa “gravi problemi informatici”.

 

L'attacco della mattina di lunedì 21 settembre ha coinvolto gli stabilimenti di produzione e logistica di Agordo e Sedico, bloccandoli. Non è ancora chiaro il motivo dell'attacco e se vi sia la richiesta di qualche sorta di “riscatto” da parte degli hacker. A rimanere a casa sono stati pertanto gli operai che avrebbero dovuto cominciare il secondo turno, mentre per il terzo la situazione verrà valutata strada facendo.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 28 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

29 ottobre - 10:55

Un trend che si conferma alto in provincia di Bolzano. Sono stati analizzati 2.566 tamponi, 298 i testi risultati positivi per un rapporto contagi/tamponi che sale all'11,6%. Quasi 7 mila persone sottoposte a misure di isolamento

29 ottobre - 12:27

L'incidente è avvenuto all'altezza del casello di Rovereto Nord in direzione del Brennero. In azione la macchina dei soccorsi, disagi alla viabilità

29 ottobre - 11:22

L'area è blindata e la polizia è riuscita a ferire e fermare l'assalitore. E' il terzo attacco in poco più di un mese dalla ripubblicazione delle caricature di Charlie Hebdo

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato