Contenuto sponsorizzato

Guarda la televisione che però esplode. Un'88enne muore intossicata tra le braccia della figlia

A trovare la donna priva di sensi è stata la figlia che si è recata a trovare la madre. Vani, purtroppo, i tentativi del personale sanitario, Angela Roncali è morta intossicata

Foto archivio
Pubblicato il - 27 settembre 2020 - 12:30

BARBARIGA (Brescia). Una tragica fatalità si è consumata nella serata di ieri, sabato 26 settembre, nel bresciano. Una 88enne è deceduta a causa del fumo che si è sprigionato dopo che il televisore è esploso.

 

A trovare la donna priva di sensi è stata la figlia che si è recata a trovare la madre. Vani, purtroppo, i tentativi del personale sanitario, l'88enne è morta intossicata.

 

E' successo a Barbaniga, in provincia di Brescia, e la vittima è Angela Roncali. Secondo le prime ricostruzioni, l'88enne stava guardando la tv che è esplosa, probabilmente a causa di un cortocircuito.

 

In poco tempo la stanza è stata invasa dal fumo e l'anziana non è riuscita a scappare per problemi di deambulazione. E' rimasta intossicata e ha perso i sensi. 

 

La figlia si è poi recata a casa dell'88enne per una visita e l'ha trovata a terra: ha trascinato il corpo sul balconcino e ha subito allertato i soccorsi.

 

Immediato l'arrivo dell'ambulanza, dei vigili del fuoco e dei carabinieri. I pompieri hanno areato le stanze, mentre il personale sanitario ha subito avviato le manovre, ma ormai Roncali aveva respirato troppo a lungo i fumi e quindi è morta. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.05 del 26 Ottobre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 ottobre - 19:32

Ci sono 86 persone nelle strutture ospedaliere di Trento e Rovereto, 5 pazienti si trovano nel reparto di terapia intensiva e 10 persone sono in alta intensità. Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 113 positivi a fronte dell'analisi di 983 tamponi molecolari per un rapporto contagi/tamponi a 11,5%

26 ottobre - 18:58

I nuovi dati forniti dalla Provincia e dall'Azienda sanitaria dimostrano come l'allerta nelle Rsa rimane alta. Il direttore dell'Apss "Il focolaio maggiore è nella struttura di Malè" e accanto all'emergenza sanitaria c'è anche quella del personale  

26 ottobre - 17:59

Sono stati analizzati 983 tamponi, 113 i test risultati positivi e il rapporto contagi/tamponi sale a 11,5%. A fronte di un leggero aumento rispetto a ieri dei 104 casi in valore assoluto (5,7%), il dato percentuale è praticamente raddoppiato. Sono 10 le persone in più in ospedale per Covid-19

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato