Contenuto sponsorizzato

Il "compagno di bevute" cambia troppo spesso, così la polizia arresta un pusher "insospettabile" al bar

Si tratta di un uomo di 63 anni, immune da precedenti specifici e residente da tempo ad Oltrisarco. Gli agenti, tornando indietro lunga la stessa via, hanno notato una scena che avevano visto qualche minuto prima ma con un "cambio" di protagonista

Pubblicato il - 17 luglio 2020 - 17:27

BOLZANO. Lo scorso weekend la polizia di Bolzano ha fermato un pusher "insospettabile": un cittadino marocchino di 63 anni, immune da precedenti specifici e residente da tempo ad Oltrisarco.

 

Una pattuglia, passando per via Claudia Augusta, aveva infatti notato un ragazzo, da tempo noto per problemi di tossicodipendenza alle forze dell'ordine, intrattenersi con un cittadino straniero che si stava bevendo una birra all'esterno di un bar. 

 

Dopo qualche minuto, tornando indietro lunga la stessa via, i poliziotti hanno notato una scena simile ma con un "cambio" di protagonista: l'uomo era al solito posto, con la birra in mano, ma dall'altra parte del tavolo ora stava seduto un altro ragazzo, anch'esso ben noto agli agenti. 

 

La pattuglia ha quindi deciso di intervenire con un controllo e una perquisizione che hanno portato poi all'arresto dell'uomo. A casa del 63enne gli agenti hanno infatti trovato, in un mobiletto del bagno e nella tasca di una giacca, e quindi sequestrato due involucri contenenti, in totale, circa un etto di cocaina. Sequestrati anche 6.400 euro trovati in un portafoglio e ritenuti, anch'essi, proventi dell'attività di spaccio. Per l'uomo è scattato quindi l'arresto. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 30 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

01 ottobre - 18:15

Il rapporto contagi/tamponi si attesta a 2,55%. Sono 15 i pazienti, 1 persona in più rispetto a ieri,ricoverati in ospedale, nessuno si trova in terapia intensiva. Il totale è di 6.662 casi e 471 decessi da inizio epidemia Covid-19

01 ottobre - 18:44

Sono molti i casi di positività registrati oggi nelle strutture scolastiche altoatesine. Dopo i due insegnanti riscontrati positivi nella scuola d'infanzia Dolomiti di Bolzano, altri due membri del corpo docente sono stati trovati contagiati. Questo ha portato alla chiusura fino a lunedì della materna per le operazioni di sanificazione

01 ottobre - 15:44

Oltre ai dettagli, riferiti dallo stesso medico veterinario ai militari del Cites, su come M49 abbia più volte tentato di scagliarsi contro la recinzione, M57 ripeta dei movimenti ritmati, Dj3 non si nutra per paura degli altri due esemplari, ecco cosa hanno riportato i carabinieri nella loro relazione: ''Si è ritenuto necessario ricorrere alla somministrazione quotidiana di integratore a base di acido gamma amminobutirrico, con effetto inibitorio del sistema nervoso centrale, per prevenire e controllare lo stato di stress di M49 (..) e M57''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato