Contenuto sponsorizzato

Il Comune fa le corse per costruire tre dossi rallentatori. Risultato? Distrutti due autobus in pochi minuti

Forse pressata anche dai suoi consiglieri comunali l'amministrazione (a pochi giorni dalle elezioni) ha cercato di soddisfare le esigenze degli abitanti di via Bolleri a Martignano e così ben due mezzi pubblici sono rimasti sfondati (con gravi danni anche economici) e linea 10 sospesa. Fortunatamente non ci sono stati feriti

Di Luca Pianesi e Luca Andreazza - 02 settembre 2020 - 14:56

MARTIGNANO. Due autobus sfondati per dissuasori comparsi nottetempo lungo la strada. Sembra incredibile ma, forse spinti dalla foga elettorale, visto che era da mesi che i residenti attendevano questo intervento, gli amministratori del Comune di Trento hanno cercato di dare una pronta risposta alle interrogazioni dei suoi consiglieri comunali per rendere realtà la riduzione della velocità su via Bolleri a Martignano (si veda in fondo all'articolo l'iter amministrativo).

 

E così, oggi, sono apparsi (dopo giorni di lavori) tre dossi posticci che hanno già ottenuto il risultato di causare svariate migliaia di euro di danni alle casse pubbliche, dopo, evidentemente, essere anche costati qualcosa di loro per essere realizzati. Il primo risultato raggiunto, infatti, al momento è di aver danneggiato pesantemente non uno ma due autobus di Trentino trasporti.

 

La linea che passa in quel tratto è quella per Montevaccino ed è coperta dal ''10''. Intorno a mezzogiorno, con a bordo i passeggeri, il mezzo pubblico stava transitando sulla strada quando l'autista si è accorto che i tre dossi erano stati completati di fresco e vista l'altezza degli stessi ha rallentato il più possibile. Ma ciò non è bastato. Nel salire e scendere dalle montagnole il mezzo ha subito un doppio rimbalzo e hanno ceduto, apparentemente, le sospensioni e il colpo subito ha fatto ''saltare'' il vetro di una delle porte d'ingresso.

 

 

Fortunatamente non si è fatto male nessuno ed immediatamente è scattato il piano di soccorso che Trentino trasporti ha predisposto in caso di incidenti. Da Trento è partito un nuovo mezzo sostitutivo per recuperare i passeggeri e per completare la corsa mentre i tenici dell'azienda si recavano sul posto per verificare danni e responsabilità. Ovviamente avvisato dell'accaduto l'autista, avvicinandosi a via Bolleri, ha rallentato sempre di più per evitare i danni riportati dall'altro autobus rimasto incidentato. Risultato: altra botta fortissima, problemi al paraurti, grattate al motore, e altro mezzo pubblico messo fuori combattimento.

 

 

Questo il referto: valvole dell'aria saltatevetro anteriore con cristallo che si è staccato dalla scocca e porta staccata. Saltate, poi, le valvole aria davanti e tutti questi danneggiamenti, di fatto, hanno causato il blocco del mezzo. Con due mezzi ko ne è servito un terzo per portare via le persone ma la linea ora è sospesa. I danni ai mezzi pubblici sono ingenti e il Comune questa volta dovrà fare qualcosa in tempi rapidissimi per non lasciare isolata la zona a monte della via per chissà quanto tempo dal servizio pubblico.

 

 

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
18 aprile - 12:39
Nello stato di San Paolo in particolare una buona parte degli ospedali avrebbe esaurito le scorte di sedativi per i pazienti intubati che, secondo [...]
Ambiente
17 aprile - 19:34
Gli attivisti di StopCasteller contro la Giunta Fugatti: “Da mesi la Provincia non diffonde immagini e nasconde deliberatamente aggiornamenti [...]
Cronaca
18 aprile - 09:03
Un'operazione che ha coinvolto 12 province e in tutto sono state sequestrate  5.000 compresse, circa 150 fiale (con altrettante siringhe) e un [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato