Contenuto sponsorizzato

Il pusher-strozzino arrestato mentre prende il sole in spiaggia: minacciava e picchiava i clienti che non pagavano pretendendo cifre spropositate

I reati contestai vanno dallo spaccio di sostanze stupefacenti, alle lesioni personali passando per estorsione. Lo spacciatore si era improvvisato pure strozzino imponendo tassi d’interesse esorbitanti ai clienti che non pagavano con regolarità

Pubblicato il - 18 agosto 2020 - 18:14

CASTELNUOVO DEL GARDA (VR). I carabinieri di Pastrengo sono stati impegnati in una complessa e articolata indagine partita dalla denuncia di un uomo di 43 anni che lamentava continue vessazioni, culminate anche con delle aggressioni, da parte di quello che era il suo spacciatore.

 

Minacce e violenze che andavano avanti dal settembre 2019, quando la vittima si era rivolta allo spacciatore, 38 anni originario di Peschiera del Garda. Il “cliente”, si era rivolto al pusher in quanto consumatore di cocaina, nel tempo però aveva maturato un debito di circa 900 euro. A quel punto, impaziente di rivalersi sul proprio cliente lo spacciatore aveva deciso di improvvisarsi stozzino imponendo dei tassi d’interesse esorbitanti.

 

Più passava il tempo, maggiori erano le minacce rivolte al cliente che nel giro di poche settimane si era trovato a dover restituire la cifra di 2800 euro, maturata per via degli interessi esagerati imposti dal pusher. L’8 aprile 2020 lo spacciatore era passato dalla parole ai fatti, malmenando i proprio cliente, colpendolo più volte con pugni sul viso e provocandogli lesioni giudicate guaribili in 20 giorni.

 

Dopo la denuncia i carabinieri si sono subito attivati, prendendo visione degli impianti di videosorveglianza del distributore di benzina dove era avvenuta l’aggressione. Al termine degli accertamenti, è partita una denuncia per i reati di spaccio di sostanze stupefacenti, lesioni personali ed estorsione.

 

Sono bastati pochi giorni ai militari per rintracciare lo spacciatore che è stato arrestato mentre stava prendendo il sole in spiaggia a Castelnuovo del Garda. Lo stesso giorno i carabinieri hanno anche perquisito l’auto del malfattore rinvenendo una pistola scacciacani, da qui è partita anche un’ulteriore denuncia per la violazione delle legge sulle armi. Terminate le formalità burocratiche il pusher-strozzino è stato ristretto agli arresti domiciliari in attesa del processo.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
18 aprile - 12:39
Nello stato di San Paolo in particolare una buona parte degli ospedali avrebbe esaurito le scorte di sedativi per i pazienti intubati che, secondo [...]
Ambiente
17 aprile - 19:34
Gli attivisti di StopCasteller contro la Giunta Fugatti: “Da mesi la Provincia non diffonde immagini e nasconde deliberatamente aggiornamenti [...]
Cronaca
18 aprile - 09:03
Un'operazione che ha coinvolto 12 province e in tutto sono state sequestrate  5.000 compresse, circa 150 fiale (con altrettante siringhe) e un [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato