Contenuto sponsorizzato

L’addio a Nicola Mendini stroncato da un malore a soli 42 anni: “Sei stato un amico prezioso, rimarrai per sempre nei nostri cuori”

La tragedia è avvenuta durante un’escursione: Nicola Mendini, grande appassionato di montagna, è stato colto da malore mentre si trovava con un amico. Il saluto della comunità: “Sei l’amico che tutti vorremo, pronto a esserci per aiutare e sempre in prima fila”

Pubblicato il - 20 August 2020 - 12:09

CLES. Nicola Mendini è stato colto da un malore improvviso mentre trovava nella zona di malga Campa per un’escursione. La tragedia è avvenuta ieri, mercoledì 19 agosto, Mendini era assieme a un amico quando si è sentito male. Inutili i tentativi di salvarlo, nonostante sul posto sia intervenuta l’equipe medica dell’elisoccorso l’uomo si è spento a soli 42 anni.

 

Originario di Tassullo si era trasferito a Cles assieme alla compagna Caterina, la sua passione per la montagna era nota a tutti ma Mendini era conosciuto per il suo impegno nel mondo delle cooperative, soprattutto nel settore dell’edilizia e nell’housing sociale.

 

“Sei stato un amico prezioso e rimarrai nei nostri cuori” scrivono alcuni amici su Facebook. “Sei l’amico che tutti vorremo, pronto a esserci per aiutare e sempre in prima fila per organizzare una serata o un momento per stare insieme ci mancherai tanto”, fanno eco altri conoscenti.

 

La comunità si è stretta nel dolore della compagna, dei genitori Riccardo ed Elena e del fratello Federico, per una scomparsa arrivata in maniera così improvvisa. I funerali si terranno a Tassullo, domani, venerdì 21 agosto alle 14.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 03 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

03 dicembre - 20:45

Il premier Giuseppe Conte spiega le principali misure contenute nel nuovo Dpcm per le festività di Natale e Capodanno: "La curva si è abbassata ma non possiamo distrarci e abbassare la guardia. Dobbiamo evitare la terza ondata"

03 dicembre - 20:17

Sono 449 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 45 pazienti sono in terapia intensiva e 53 in alta intensità. Sono stati comunicati 239 positivi sull'analisi di 3.575 tamponi molecolari e altri 237 contagi sono stati individuati tramite 1.954 test antigenici per un totale di 476 casi nelle ultime 24 ore

03 dicembre - 19:01

Mentre oggi la Pat ha finalmente comunicato i dati completi del contagio che mostrano come il Trentino abbia lo stesso numero (se non di più) di contagi dell'Alto Adige, come vi raccontava il Dolomiti da giorni, il presidente ha presentato i dati su Rt e ospedalizzazioni. Poi ha spiegato cosa non va delle decisioni prese a livello governativo e confermato che il weekend i negozi e centri commerciali saranno aperti in Trentino, salvo dpcm

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato