Contenuto sponsorizzato

L'ex-calciatore Mair in shock anafilattico dopo la puntura di alcune vespe: “Forza Gunther non mollare”

Gunther Mair, ex portiere di Trento, Rovereto e Arco è stato punto da alcune vespe mentre era a passeggio, ora si trova ricoverato in rianimazione. L’Us Levico Terme: “Non mollare, siamo certi che vincerai anche questa battaglia”

Pubblicato il - 08 agosto 2020 - 19:38

TRENTO. Si trovava a passeggio quando è stato improvvisamente attaccato da alcune vespe, punture che hanno provocato uno shock anafilattico tanto che il 60enne è stato ricoverato in codice rosso all’ospedale Santa Chiara di Trento.

 

La vittima dello sfortunato episodio è Gunther Mair ex-calciatore molto conosciuto in provincia visto che a cavallo tra gli anni ‘80 e ‘90 difese la porta delle squadre del Trento, del Rovereto e dell’Arco. Originario di Merano le sue condizioni sono apparse subito molto gravi, ora Mair si trova ricoverato nel reparto di rianimazione, la prognosi resta riservata.

 

 

Quando ha smesso di giocare è entrato a far parte della famiglia gialloblù allenando i giovani portieri del nostro settore giovanile – scrive l’Us Levico Terme su Facebook, che poi aggiunge – forza Gunther non mollare, siamo certi che vincerai anche questa battaglia”. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 settembre - 23:37

A livello provinciale l'affluenza alle urne si attesta a circa il 50% degli aventi diritto. Urne aperte anche lunedì 21 settembre dalle 7 alle 15 per rinnovare i consigli comunali e indicare "Sì" o "No" al referendum

20 settembre - 20:58
L'allerta è scattata intorno alle 18 di questa sera, domenica 20 settembre, quando è stato trovato un pezzo di un cadavere. A lanciare l'allarme un pescatore che ha notato una sagoma affiorare dall'acqua. Avviate le indagini da parte della scientifica e dei carabinieri. In azione anche i vigili del fuoco
20 settembre - 20:29

Sono 13 le persone che ricorrono alle cure del sistema sanitario, nessun paziente si trova in terapia intensiva ma 5 cittadini sono in alta intensità. Sono 5.318 i guariti da inizio emergenza e 568 gli attuali positivi. Nel rapporto odierno, domenica 20 settembre, si specifica che 20 sono sintomatici, compreso 1 minorenne, e 8 casi sono ascrivibili ai focolai scoppiati negli ultimi giorni sul territorio provinciale

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato