Contenuto sponsorizzato

Non arriva la pensione e chiama in banca dove rispondono: ''Ma lei è morto''. Un errore l'ha fatto passare a miglior vita

Un caso di omonimia e il codice fiscale del pensionato vivo è finito nell’atto di morte emesso dall’ospedale. Così, come impongono le procedure, l’Inps ha bloccato la pensione in tempo reale

Pubblicato il - 24 gennaio 2020 - 13:28

PONTE NELLE ALPI. Non è arrivata la pensione e quando ha chiamato la banca per capire le ragioni, la risposta è stata tranciante: "Lei è morto". Questo quanto si è sentito dire un bellunese di Ponte nelle Alpi. Un errore burocratico dovuto a una questione di omonimia e Gaetano Costantini è finito in un certificato di morte

 

Effettivamente nella zona di Pian di Vedoia c’erano tre Gaetano Costantini: il primo è morto un paio di anni fa, il secondo del '34 si è spento il 21 dicembre scorso. E proprio quel giorno si è verificato l’errore nei certificati: il codice fiscale del Costantini vivo, un pensionato del 1947, è finito nell’atto di morte emesso dall’ospedale.

 

Così, come impongono le procedure, l’Inps ha bloccato la pensione in tempo reale. L'8 gennaio scorso Costantini si è recato al bancomat per effettuare un prelievo ma l'operazione è stata bloccata. Tornato a casa ha acceso il computer e ha scoperto che la pensione non era arrivata, quindi ha chiamato la banca e così ha scoperto di essere morto.

 

Un errore burocratico poi risolto tra gli uffici del Comune di Ponte nelle Alpi e l'Inps. Tutto è stato nuovamente sbloccato e ora Costantini, quello vivo, può aspettare il versamento della pensione.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 20 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 ottobre - 20:05

Ci sono 46 pazienti nelle strutture ospedaliere di Trento e Rovereto, nessuno si trova nel reparto di terapia intensiva ma 7 persone sono in alta intensità. Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 94 positivi a fronte dell'analisi di 846 tamponi molecolari per un rapporto contagi/tamponi a 11,1%

20 ottobre - 17:58

La Provincia di Bolzano ha comunicato nuove limitazioni per frenare la diffusione del virus. In una giornata segnata dal record di positivi (ben 209), Kompatscher ha annunciato che le scuole superiori dovranno fare almeno un 30% della didattica a distanza. Sport e grandi eventi, con la cancellazione dei mercatini di Natale, gli altri ambiti maggiormente interessati

20 ottobre - 18:46

Sono 15 i milioni che saranno investiti nella realizzazione del nuovo collegamento funiviario che, in soli 7 minuti, percorrerà un tracciato di 3.8 chilometri per un dislivello di 644 metri. L'impianto collegherà l'abitato di San Cipriano con Malga Frommer, posta tra le piste da sci del comprensorio di Carezza. Intanto, però, si continua a scavare

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato