Contenuto sponsorizzato

Offrono sedute di fototerapia ma è una truffa fatta usando il nome dell'Azienda sanitaria, l'avviso ai cittadini: ''Denunciate''

L'Azienda sanitaria dell’Alto Adige non ha nulla a che fare con questo e intraprenderà le necessarie azioni legali

 

Pubblicato il - 14 agosto 2020 - 15:26

BOLZANO. Si presentano a nome dell'Azienda sanitaria per truffare le persone, perlopiù anziani. E' successo a in Alto Adige dove l'Azienda è stata più volte informata del fatto che alcuni cittadini sarebbero stati contattati telefonicamente da persone che affermavano di offrire delle sedute di fototerapia (“terapie della luce") a nome dell'Azienda sanitaria.

L'Azienda sanitaria dell’Alto Adige non ha nulla a che fare con questo e intraprenderà le necessarie azioni legali.

 

La procedura delle chiamate è sempre la stessa: i chiamanti si presentano e offrono la possibilità di eseguire una seduta di fototerapia, che verrebbe effettuata in occasione di una visita a domicilio. Le prime sedute verrebbero offerte gratuitamente. Le persone contattate sono per lo più anziane.

 

L'Azienda sanitaria dell’Alto Adige, viene spiegato in una nota, non ha dato nessun incarico ad eseguire tali telefonate e non offre mai e in nessun modo terapie per telefono.

 

I cittadini e le cittadine a cui, per telefono, dovesse essere offerta una seduta di fototerapia a nome dell'Azienda sanitaria dell’Alto Adige dovrebbero ignorare questa offerta ed eventualmente denunciare la telefonata alle Forze dell’Ordine.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

21 settembre - 05:01

Era impiegato fino a 12 ore giorno per pochi euro alla settimana, lavoratore in nero soccorso dalla guardia di finanza: Sono senza un euro ma sono sollevato. Se il futuro mi preoccupa? Certo, ma almeno ora posso affrontarlo a testa alta”

20 settembre - 23:37

A livello provinciale l'affluenza alle urne si attesta a circa il 50% degli aventi diritto. Urne aperte anche lunedì 21 settembre dalle 7 alle 15 per rinnovare i consigli comunali e indicare "Sì" o "No" al referendum

20 settembre - 20:58
L'allerta è scattata intorno alle 18 di questa sera, domenica 20 settembre, quando è stato trovato un pezzo di un cadavere. A lanciare l'allarme un pescatore che ha notato una sagoma affiorare dall'acqua. Avviate le indagini da parte della scientifica e dei carabinieri. In azione anche i vigili del fuoco
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato