Contenuto sponsorizzato

Pedala in discesa ma saltano i freni della bici e finisce contro un'auto parcheggiata in garage

L'allerta è scattata sabato 14 novembre a Gavardo, la donna stava percorrendo una strada in discesa quando è arrivato il momento di frenare. In azione la macchina dei soccorsi 

Pubblicato il - 15 novembre 2020 - 18:40

GAVARDO. Grave incidente nel bresciano, sono saltati i freni della bici e una 51enne si è schiantata contro un'auto parcheggiata in un garage.

 

L'allerta è scattata sabato 14 novembre a Gavardo, la donna stava percorrendo una strada in discesa quando è arrivato il momento di frenare.

 

La 51enne ha azionato i freni che però non hanno funzionato e anzi la bici ha iniziato a prendere velocità.

 

A quel punto la donna ha oltrepassato un cancello di un'abitazione privata in quel momento aperto. 

 

La bici ha quindi proseguito la corsa in direzione della basculante aperta del garage e la 51enne si è schiantata contro una vettura parcheggiata all'interno del locale.

 

Immediato l'allarme e la donna è stata immobilizzata e stabilizzata, quindi è stata trasferita in gravi condizioni all'ospedale di Gavardo.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

17 gennaio - 19:26

Sono 332 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 47 pazienti sono in terapia intensiva e 46 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 4 decessi di cui 3 in ospedale

17 gennaio - 19:26

Mentre ci sono territori che vedono confermata in toto la loro fornitura il Trentino dimezza i suoi numeri. L'assessora: ''La campagna di vaccinazioni anti Covid in Trentino va avanti come previsto, per lo meno nell’immediato''. Domani il richiamo per i primi vaccinati del 27 dicembre

17 gennaio - 21:08

I sindacati intervengono dopo che la Provincia a trazione leghista è uscita nuovamente sconfitta in tribunale per quanto riguarda il criterio di almeno 10 anni di residenza per accedere alle case Itea. Grosselli, Bezzi e Alotti: "Solo una Giunta come quella trentina poteva concepire una misura così indegna. La Pat disapplichi la norma o dovranno pagare la sanzione di tasca propria"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato