Contenuto sponsorizzato

Perde il lavoro e si improvvisa corriere della droga: sorpreso con oltre 400 grammi di cocaina

Arrestato un 35enne trovato in possesso di oltre 400 grammi di cocaina di ottima qualità. I carabinieri sospettano che dietro al corriere si nasconda in realtà una rete ben più ampia dedita al traffico di stupefacenti

Pubblicato il - 06 giugno 2020 - 09:50

AFFI (VR). Lunedì sera, all’altezza del comune di Affi in provincia di Verona i carabinieri di Caprino Veronese avevano allestito un posto di blocco al termine della superstrada che collega Peschiera del Garda con Affi. Ad un certo punto, intorno alle 19e30, hanno visto sopraggiungere un furgone che procedeva con andatura spedita ma, arrivato in vista del posto di blocco, rallentato vistosamente, cercando di rientrare nella colonna di auto che stava per superare.

 

La manovra, troppo brusca, è stata notata dai militari che hanno atteso il mezzo ed hanno intimato l’alt. Il conducente, identificato in un 35enne residente in un paese della provincia veronese, è apparso subito eccessivamente nervoso ed ha cercato di giustificare l’imprudenza con la fretta dovuta al ritiro di non meglio precisate masserizie. Il cassone infatti, era vuoto e ma l’uomo non aveva al seguito alcuna bolla o documento di trasporto che potesse riscontrare quanto affermato.

 

Ai militari è bastato approfondire i controlli ed allungare l’occhio all’interno del cassettino portaoggetti della cabina di guida da dove spuntava un pacco in cellophane sospetto. Chiesto all’uomo di mostrarlo, questi confessava che si trattava di un panetto di cocaina che era stato incaricato di trasportare al centro commerciale di Affi, senza però sapere a chi fosse destinato.

 

L’uomo ha rivelato di essere un autotrasportatore in proprio, rimasto senza lavoro a seguito del lockdown, e per questo di aver ceduto alla proposta di effettuare la consegna illegale esclusivamente per necessità. A parziale riscontro, nel corso della successiva perquisizione personale i carabinieri hanno rinvenuto nella una carta di debito ricaricabile del comune di residenza, attraverso la quale l’amministrazione locale aiuta i cittadini in difficoltà con periodici versamenti dal fondo assistenza spesa.

 

Ad ogni modo il 35enne è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti. La sostanza rinvenuta, che si presenta in pietra a testimonianza di un elevato grado di purezza, ammonta a oltre 400 grammi ed è stata sottoposta a sequestro così come il mezzo utilizzato per il trasporto. Ora le indagini dei militari proseguiranno per capire chi fossero il destinatario ed il mittente del carico di cocaina sequestrato, ipotizzando per qualità e quantità della sostanza un più ampio giro dietro l’arresto del corriere.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 settembre - 15:10

Marcello Carli doppia Onda Civica e Movimento 5 Stelle. Bene Zanetti che si posiziona intorno al 4%

22 settembre - 16:22

Con il 55,94% dei voti Renato Girardi (sostenuto anche dal Patt) è stato confermato sindaco di Ledro, sconfitto Fedrigotti che si ferma al 44,06% dopo essere stato a lungo in testa

22 settembre - 15:47

Margine oltremodo rassicurante per il sindaco uscente. I cittadini scelgono la continuità di governo, il primo cittadino raccoglie 1.036 voti per il 65,20%, mentre Matteo Nodari si assicura 553 voti per 34,80%

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato