Contenuto sponsorizzato

Pescano e vendono lucci fuori dal periodo consentito, fermati sul Garda

E' successo giovedì scorso al porticciolo di Lazise, quando un volontario dell'Unione pescatori ha notato dei movimenti sospetti sulla riva portati avanti da un'imbarcazione. A quel punto ha allertato la polizia che è arrivata sul posto per cogliere in flagranza il passaggio di tre lucci, un paio di circa quattro chili, dal venditore all'acquirente

Pubblicato il - 07 marzo 2020 - 17:46

LAZISE. Il corpo di vigilanza ittica dell'Unione pescatori sportiva del Garda ha fermato un'attività di bracconaggio lungo le sponde del Benaco.

 

E' successo giovedì scorso al porticciolo di Lazise, quando un volontario dell'Unione pescatori ha notato dei movimenti sospetti sulla riva portati avanti da un'imbarcazione. 

 

A quel punto ha allertato la polizia che è arrivata sul posto per cogliere in flagranza il passaggio di tre lucci, un paio di circa quattro chili, dal venditore all'acquirente. 

 

I lucci sono una specie protetta e non pescabile in questo periodo dell'anno, le persone coinvolte nella compraventita sono state multe per 166,67 euro.

 

Sono risultati vani i tentativi di rianimare in acqua i lucci, pieni di uova e per questo specie protetta nel periodo di frega dal 22 febbraio al 15 aprile.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 25 gennaio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
27 gennaio - 05:01
Una circolare della Federazione nazionale degli Ordini dei medici spiega che un operatorio sospeso perché non vaccinato non può essere [...]
Cronaca
26 gennaio - 19:21
I dati delle ultime 24 ore dicono che anche oggi ci sono stati più guariti dei nuovi positivi e che tra i contagi la fascia d'età più colpita è [...]
Cronaca
26 gennaio - 20:13
Fra regole in contrasto tra loro e le classi in quarantena che aumentano, i presidi denunciano le difficoltà del mondo della scuola: [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato