Contenuto sponsorizzato

Picchiata per 8 anni e minacciata di morte del convivente. Ragazza in salvo grazie alla denuncia della madre

Il dramma di una ragazza trentina che per 8 lunghi anni ha vissuto un vero e proprio inferno. L'uomo è stato condannato a 2 anni e 3 mesi per maltrattamenti 

Pubblicato il - 12 luglio 2020 - 10:40

TRENTO. “Sono caduta” oppure “sono scivolata” usava queste giustificazioni. E' il dramma vissuto da una giovane ragazza trentina che ha trascorso 8 anni d'inferno soffocata dalla violenza dell'uomo con cui viveva. Botte di ogni genere, minacce che la giovane cercava di nascondere, di mascherare anche con il trucco per non far vedere il dolore che ogni giorno portava avanti per i maltrattamenti. Paura o forse la speranza di poter salvare il rapporto con quell'uomo che credeva l'amasse ma che invece continuava a riempirla di botte.

 

A fermare la situazione è stata la madre. La donna, come anche le colleghe della giovane, aveva da tempo il sospetto che qualcosa stesse accadendo. Un sospetto terribile che si è concretizzato quando la madre ha ricevuto delle minacce dall'uomo che era assieme a sua figlia. Minacce addirittura di morte.

 

Da qui la decisione di rivolgersi ai carabinieri che hanno immediatamente avviato le indagini scoprendo un po' alla volta l'inferno nel quale la giovane era costretta a vivere. L'uomo è stato in un primo momento ammonito dal questore e nel 2019 è stato anche raggiunto da un provvedimento che vietava il suo avvicinamento all'ex convivente.

 

L'uomo, 30 anni, è stato denunciato per maltrattamenti e il giudice lo ha condannato in rito abbreviato a due anni e tre mesi di reclusione.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 settembre - 17:27

Nelle ultime 24 ore sono stati analizzati 2.422 tamponi, 37 i test risultati positivi: il rapporto contagi/tamponi si attesta a 1,53%. Sono 14 i pazienti che ricorrono alle cure ospedaliere. Il totale è di 6.614 casi e 471 decessi da inizio epidemia coronavirus

30 settembre - 18:41

Sarà possibile prenotare un appuntamento (dal 2 ottobre anche online) dal proprio medico di famiglia, negli ambulatori o con la formula del drive through. Al via la campagna per vaccinare le fasce a rischio della popolazione, Apss: “La procedura è sicura inoltre chi è vaccinato evita di ammalarsi di influenza e semplifica la diagnosi della malattia da coronavirus

30 settembre - 18:18

La Provincia di Bolzano informa che gli istituti hanno adottato tutte le procedure previste e hanno seguito le indicazioni stabilite dall’Azienda sanitaria per garantire la tutela della salute degli studenti e del personale scolastico

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato