Contenuto sponsorizzato

“Piuttosto che lamentarci al bar abbiamo deciso di impegnarci per la comunità”, nasce il comitato dei rioni 2 Giugno e Degasperi

Dai residenti di due popolosi quartieri nasce un comitato per farsi carico delle proposte dei cittadini e per portarle all’attenzione dell’amministrazione comunale: “Con le nostre proposte vogliamo cercare di migliorare la vivibilità della città”

Di T.G. - 05 ottobre 2020 - 17:10

RIVA DEL GARDA. Si chiama “Comitato di Riqualificazione Rione 2 Giugno e Rione Degasperi” e si tratta di un gruppo composto da una ventina di residenti che abitano nei due noti quartieri di Riva del Garda. Un tempo conosciuti come i due quartieri popolari della città. L’obiettivo ovviamente è quello di crescere, pertanto il comitato è aperto a tutti i cittadini che vogliono partecipare.

 

“Il comitato – si legge nell’atto costitutivo – nato senza scopo di lucro si da il compito di attuare ogni iniziativa volta al benessere, alla cura dei propri luoghi, di promozione a sostegno dei diritti dei cittadini, di promozione del territorio, di coesione sociale e di solidarietà”. Un modo di farsi carico delle proposte dei residenti per portarle all’attenzione dell’amministrazione comunale. In tal senso erano già avvenuti anche una serie di incontri con l’ex sindaco Adalberto Mosaner per discutere di alcuni problemi.

 

In altre parole il gruppo di cittadini si propone di migliorare la vivibilità di due fra i più popolosi quartieri di Riva del Garda. “Piuttosto che lamentarci al bar abbiamo deciso di impegnarci per la comunità”, spiega Salvatore Calabrese tra i fondatori del comitato. Nelle diverse iniziative ci sono tante piccole proposte che però potrebbero fare la differenza per le persone.

 

Particolare attenzione è posta nei confronti degli spazi urbani come parco giochi ma anche verde urbano. Non solo, perché fra le varie proposte ci sono anche alcune modifiche della viabilità per agevolare i residenti ma molta attenzione è posta anche nei confronti della manutenzione delle case Itea. Insomma un gruppo di cittadini che ha scelto di rimboccarsi le maniche per provare a migliorare con proposte costruttive la città.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 gennaio - 19:59

Il numero dei pazienti covid scende ancora e si posiziona a 260, ma la notizia incoraggiante sta anche nel forte calo dei decessi che oggi si fermano ad 1 solo caso avvenuto a Mori. Dei nuovi casi positivi, gli asintomatici sono 75 mentre i pauci sintomatici sono 96. Ci sono altri 19 casi di bambini e ragazzi in età scolare che hanno contratto il virus (le classi in quarantena ieri erano 24) e di questi 3 piccoli hanno meno di 5 anni. Gli ultra settantenni invece sono 30

22 gennaio - 18:49

Intervenuto nella conferenza stampa sulla situazione Covid in provincia, il direttore della Prevenzione dell'Apss Antonio Ferro spiega l'errore nella somministrazione a 12 operatori dell'ospedale di Rovereto di una soluzione fisiologica al posto dei vaccini. "Questo dimostra quanto siano importanti i controlli"

22 gennaio - 17:57

Sul fronte della campagna di vaccinazione,  sono stati somministrati 12.866 vaccini, di cui 3.281 ad ospiti di residenze per anziani. Si registrano 19 nuovi casi di bambini e ragazzi in età scolare

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato