Contenuto sponsorizzato

Problemi a internet per Fugatti e in soccorso arrivano a casa i tecnici. Ghezzi: ''Perché mobilitare il personale di Trentino Digitale?''

Ai due tecnici sarebbero state date due tute per proteggersi dal coronavirus e avrebbero consegnato un dispositivi per migliorare le connessioni internet. Il consigliere di Futura ha depositato una interrogazione per chiare cosa è successo 

Pubblicato il - 06 novembre 2020 - 19:13

TRENTO. Due tecnici da Trentino Digitale spediti all'abitazione del presidente Maurizio Fugatti per risolvere quelli che sarebbero stati definiti dei problemi alla velocità di connessione a internet. Sarebbe successo oggi e a chiederne conferma, attraverso una interrogazione, è il consigliere provinciale di Futura, Paolo Ghezzi.

 

A Trentino Digitale la situazione di carenza organico è ormai conosciuta da tempo. Detto questo, ai due tecnici, secondo quanto riporta l'interrogazione di Ghezzi, è stato chiesto di recarsi nell'abitazione privata del presidente della Provincia, nel basso Trentino, dove si trova in isolamento per essere risultato positivo al Covid-19.

 

“Lo scopo del viaggio – spiega il consigliere - sarebbe stato quello di ovviare a problemi di connessione veloce attraverso l'installazione nella casa del presidente di un collegamento a banda larga”. Si auspica, spiega sempre Ghezzi, con lo scopo di facilitare le videoconferenze di servizio e “non solo per riattivare i Covid Live su Facebook, che lo scrivente ha più volte criticato anche con un libro bianco specifico – per il loro carattere propagandistico e la loro scarsa accuratezza su dati, indicazioni, informazione alla popolazione”.

 

I tecnici sarebbero poi stati dotati dei cosiddetti “tutoni” dispositivi integrati per il personale sanitario a rischio forniti dal 118. L'operazione non avrebbe comportato alcun contatto con il presidente della Provincia ma si sarebbe conclusa solamente con la consegna di un apparato tecnico ad un famigliare e la successiva configurazione tramite telefono.

 

Da qui la richiesta di spiegazioni all'assessore provinciale Spinelli per capire quali sia il motivo che ha portato alla decisione di mobilitare per un'operazione simile due tecnici di Trentino Digitale e cosa questo abbia comportato nell'attività della società e nella sua capacità di dare risposte ai bisogni delle persone. Tra le richieste anche quella di sapere le “caratteristiche del collegamento realizzato con la tecnologia fornita al domicilio privato del presidente della Provincia e quali gli scopi istituzionali a cui risponde questo intervento di upgrade tecnologico”.

 

Il presidente della Provincia, Maurizio Fugatti, nel corso di una videoconferenza ha spiegato di aver avuto dei problemi alla connessione internet che utilizza per il suo ruolo pubblico. 

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 2 dicembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
05 dicembre - 19:35
Questa la situazione rispetto ai parametri nazionali per la zona gialla: l'occupazione delle terapie intensive è al 9% (il tetto fissato per [...]
Politica
05 dicembre - 19:01
Sui social il presidente della Provincia con tanto di logo della Pat ha comunicato di aver ottenuto una qualche deroga al super (mai stato in [...]
Cronaca
05 dicembre - 18:17
Sull'Altopiano dei Sette Comuni la neve sta cadendo abbondante in queste ore e sulle strade sono già diversi i veicoli in difficoltà a causa [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato