Contenuto sponsorizzato

Rapina per ben due volte la stessa persona, portandogli via il cellulare e dei soldi. Arrestato un 26enne

Il fatto è avvenuto a Bolzano, dove il giovane è stato rintracciato lungo le vie della città. A febbraio e a luglio era stato protagonista di una doppia rapina ai danni della stessa persona, costretta nel primo caso a consegnare il cellulare e nel secondo a recarsi ad uno sportello del bancomat. Il 26enne è stato tratto in arresto

Pubblicato il - 18 luglio 2020 - 11:01

BOLZANO. Aveva preso di mira la stessa persona per due volte, rapinandola del cellulare e di una somma di denaro, il 26enne arrestato nella giornata di venerdì 17 luglio a Bolzano. Il personale della squadra mobile della questura del capoluogo altoatesino ha così eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei suoi confronti, rintracciandolo per le vie del centro cittadino.

 

Il soggetto, un cittadino afghano di 26 anni, con numerosi precedenti a carico, aveva come detto rapinato un giovane di nazionalità indiana in ben due occasioni. Nel primo caso, a febbraio, aveva sottratto il suo cellulare in piazza Walther dopo averlo picchiato. Nel secondo, invece, avvenuto a luglio, sotto la minaccia di un coltello lo aveva costretto ad effettuare un prelievo allo sportello bancomat, non riuscendo però a concludere l'atto criminoso per l'arrivo tempestivo di una guardia giurata.

 

Il 26enne è stato così tradotto alla casa circondariale di Bolzano.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.08 del 18 Settembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 settembre - 13:12

Il 19 settembre 2019 il Parlamento europeo votava una mozione sull'importanza della memoria, suscitando diverse proteste tra gli ex comunisti (e gli storici) italiani, che gridarono alla banalizzazione della storia e a un'inaccettabile equiparazione tra nazismo e comunismo. Lo storico Marcello Flores D'Arcais: "Il documento, coi suoi limiti, esprime il desiderio dell'Europa di costruire un racconto comune del passato. Il clamore suscitato in Italia fu dovuto al rifiuto della storia in nome dell'identità"

19 settembre - 15:23
L'allerta è scattata intorno a mezzogiorno di oggi, sabato 19 settembre, all'altezza di via Caneppele a Roncafort. Si è verificato un violento impatto tra una moto e una vettura, i due centauri sono stati sbalzati a terra per ruzzolare sull'asfalto
19 settembre - 12:39

La Nasa ha annunciato l'inizio di un nuovo ciclo solare, il 25esimo da quando si è iniziato a tenere il conto nel 1755. "Noi osserviamo il nostro Sole con i telescopi da circa 400 anni. Già Galileo notò che, sulla sua superficie, appaiono con una certa regolarità quelle che oggi chiamiamo "macchie solari", punti più scuri dovuti dalla variazione del campo magnetico della stella. La loro presenza determina i cicli solari"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato