Contenuto sponsorizzato

Rinchiusa in casa e legata con cavi elettrici, vittima una donna. E' riuscita ad affacciarsi alla finestra e a chiedere aiuto

L'episodio nel bresciano. Il marito ora è stato condannato a 4 anni per maltrattamenti, lesioni e sequestro di persona

Pubblicato il - 22 May 2020 - 09:11

BRESCIA. Era stata bloccata in casa, non poteva uscire. Le porte venivano chiuse a chiave e le maniglie interne in alcuni casi venivano tolte. Quasi un anno di violenze di ogni genere per una donna residente nel bresciano e che ora è riuscita finalmente a riprendersi la propria vita.

 

Il marito l'aveva segregata in casa ed era arrivato, in alcune occasioni, anche a legare la donna con dei cavi elettrici. Episodi di violenze terribili.

 

A capire che stava accadendo qualcosa di strano sono stati i servizi sociali che hanno immediatamente avvisato i carabinieri. Quando i militari sono arrivati nella casa, la donna è riuscita ad affacciarsi ad una finestra per chiedere aiuto.

 

Le indagini hanno poi restituito una quadro davvero grave di violenze. Il marito è stato immediatamente arrestato ed ora è stato condannato in primo grado a quattro anni per maltrattamenti, lesioni e sequestro di persona.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 gennaio - 20:37

Sono 252 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 36 pazienti sono in terapia intensiva e 43 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 7 decessi, mentre sono 23 i Comuni con almeno 1 nuovo caso di positività

26 gennaio - 18:51

Cgil, Cisl e Uil: “Mentre in altre realtà si adottavano misure più restrittive per contenere l’avanzata del virus tra la popolazione e mettere in sicurezza il sistema sanitario, il presidente Fugatti nascondeva i dati, preferendo puntare il dito contro i 'presunti virologi' e ignorando l’allarme che arrivava dai medici in prima linea"

26 gennaio - 18:14
Nelle ultime 24 ore sono state comunicate anche 114 positività a conferma dei test antigenici effettuati nei giorni scorsi. Sono state registrate 15 dimissioni e 197 guarigioni
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato