Contenuto sponsorizzato

“Santone” promette cure miracolose e si fa consegnare 26mila euro, arrestato per truffa aggravata

La vittima della truffa si è insospettita dopo che il “santone” l’aveva convinta di essere stata colpita da un tumore chiedendo altri 40mila euro. La donna questa volta ha però deciso di rivolgersi all’ospedale per dei controlli risultati negativi

Pubblicato il - 08 febbraio 2020 - 10:13

BORGO VALSUGANA. Una vicenda come purtroppo se ne sentono molte, dove un uomo senza scrupoli, approfittando della buona fede di una persona, era riuscito ad ingannarla promettendo cure miracolose.

 

L’epilogo della vicenda è arrivato con l’intervento dei carabinieri di Borgo Valsugana, che dopo meticolose indagini sono riusciti ad individuare il 57enne italiano, autore della truffa.

 

L’uomo, presentandosi come “santone” in grado di guarire mali fisici e psicologici, era riuscito a farsi consegnare ben 26 mila euro da una donna di 60 anni. Il 57enne aveva avvicinato la vittima come venditore ambulante dichiarando di poter guarire la donna dalla depressione che l’affliggeva.

 

Il sedicente santone, non contento di essersi intascato l’ingente somma, aveva convinto la donna di essere malata di tumore chiedendo altri 40mila euro per guarirla. Questa volta però la donna ha usato il buon senso decidendo di effettuare dei controlli in ospedale, ovviamente risultati negativi. A questo punto la vittima si è persuasa di essere stata ingannata ha scelto di denunciare tutto ai carabinieri.

 

I militari in poco tempo sono riusciti a rintracciare l’uomo che è stato denunciato per truffa aggravata. In questo senso i carabinieri ricordano il ruolo fondamentale che può essere giocato dalle segnalazioni e dalle denunce dei cittadini, siano essi vittime o soltanto testimoni di fatti illegali, che se prontamente riferite ai possono essere fonte di prevenzione e repressione dei reati.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.05 del 26 Ottobre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 ottobre - 19:32

Ci sono 86 persone nelle strutture ospedaliere di Trento e Rovereto, 5 pazienti si trovano nel reparto di terapia intensiva e 10 persone sono in alta intensità. Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 113 positivi a fronte dell'analisi di 983 tamponi molecolari per un rapporto contagi/tamponi a 11,5%

26 ottobre - 18:58

I nuovi dati forniti dalla Provincia e dall'Azienda sanitaria dimostrano come l'allerta nelle Rsa rimane alta. Il direttore dell'Apss "Il focolaio maggiore è nella struttura di Malè" e accanto all'emergenza sanitaria c'è anche quella del personale  

26 ottobre - 17:59

Sono stati analizzati 983 tamponi, 113 i test risultati positivi e il rapporto contagi/tamponi sale a 11,5%. A fronte di un leggero aumento rispetto a ieri dei 104 casi in valore assoluto (5,7%), il dato percentuale è praticamente raddoppiato. Sono 10 le persone in più in ospedale per Covid-19

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato