Contenuto sponsorizzato

Sanzioni di oltre € 8.000 e fermo dei veicoli per due autotrasportatori stranieri

Disagi sulla strada in Alto Adige durante il weekend. La polizia ferma due autotrasportatori stranieri privi dei documenti necessari e assegna due multe da oltre € 8.000. Oltre 80 le ulteriori infrazioni riscontrate 

Di Mattia Sartori - 05 ottobre 2020 - 18:27

BOLZANO. Nelle giornate di giovedì e venerdì 1 e 2 ottobre, delle pattuglie del Distaccamento di Bressanone fermano due autotrasportatori nell'ambito di alcuni controlli sull'autotrasporto alla barriera autostradale di Vipiteno. Entrambi i conducenti stranieri, uno ungherese e uno polacco, non erano in possesso della documentazione necessaria ai trasporti di questo genere. Sono stati sanzionati con una multa per ciascuno di oltre € 8.000, oltre al fermo amministrativo dei complessi veicolari.

 

Anche il maltempo crea grande disagio nel transito. Nel weekend, le pattuglie della polizia di Bolzano hanno affrontato oltre 88 infrazioni del codice della strada nell'ambito dell'emergenza che ha costretto alla chiusura della MeBo. La maggior parte di queste riguardavano il mancato possesso dei documenti connessi alla guida e l'infrazione dei limiti di velocità, non rari su questo tratto di strada in particolare.

 

Risaltano i casi di un conducente, che si rifiutava di utilizzare i sistemi di ritenuta per il figlio di 2 anni e quello di una famiglia priva di copertura assicurativa. Nel primo caso, oltre alla sanzione pecuniaria, è stata prevista una decurtazione di 5 punti dalla patente del conducente. Nel secondo la Polizia si limita alla sanzione pecuniaria del conducente per un valore di € 868.

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 27 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 gennaio - 05:01

In una conferenza stampa a senso unico, come al solito, dove è impossibile interloquire e quindi riuscire a capire davvero qualcosa i due vertici dell'Apss hanno provato a spiegare la situazione alla luce dei dati completi mostrati da il Dolomiti in questo grafico dell'Apss. Tra le motivazioni dei troppi decessi il fatto che la popolazione trentina è particolarmente anziana. In valore assoluto, però, l'Alto Adige lo è ancora di più (il 15,6% della popolazione rispetto al 14,1% del Trentino di over 65) quindi quei 350 decessi in più non si spiegano

27 gennaio - 20:46

Sono 236 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 35 pazienti sono in terapia intensiva e 43 in alta intensità. Oggi comunicati 2 decessi. Sono 20 i Comuni con almeno 1 nuova positività

27 gennaio - 21:02

Il deputato della Lega ha incassato l'interessamento dell'associazione Millions of friend in Romania a valutare la possibilità di ospitare un orso attualmente rinchiuso al Casteller. Maturi: "Ora bisognerà comprendere le eventuali incombenze burocratiche e perfezionare eventuali accordi, ma possiamo serenamente affermare che da oggi c'è un cambio di passo"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato