Contenuto sponsorizzato

Sbanda anche per l'asfalto viscido per la pioggia e la corsa finisce in un fosso

L'allerta è scattata intorno alle 13 di oggi, venerdì 24 luglio, tra Baitoni, frazione di Bondone, e Lodrone. Un 48enne ha improvvisamente perso il controllo del mezzo anche a causa del fondo stradale reso viscido dalla pioggia. In azione la macchina dei soccorsi tra ambulanza, vigili del fuoco di zona e polizia locale della val del Chiese

Pubblicato il - 24 luglio 2020 - 16:01

BONDONE-BAITONI. Un'auto è finita fuori strada per terminate la corsa in un fosso a bordo carreggiata.

 

L'allerta è scattata intorno alle 13 di oggi, venerdì 24 luglio, tra Baitoni, frazione di Bondone, e Lodrone in val del Chiese.

 

Un 48enne ha improvvisamente perso il controllo del mezzo anche a causa del fondo stradale reso viscido dalla pioggia.

 

A quel punto il veicolo ha iniziato a sbandare per uscire di strada e finire in un fossato.

 

Immediato l'allarme e sul posto si sono portati i soccorsi, ambulanza, vigili del fuoco di zona e polizia locale val del Chiese per effettuare i rilievi e ricostruire la dinamica.

 

I pompieri e le forze dell'ordine hanno isolato e messo in sicurezza l'area, mentre il personale sanitario ha prestato le cure del caso al ferito.

 

Il 48enne è stato immobilizzato e stabilizzato, quindi è stato trasferito all'ospedale di Tione per accertamenti e approfondimenti.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.21 del 25 Settembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 settembre - 17:29

Numeri che comunque preoccupano, il Trentino peggior territorio d'Italia nell'ultimo report dell'Iss. Nel pomeriggio in Provincia, i rappresentanti della Giunta hanno convocato la task force per un ulteriore aggiornamento sulle strategie diagnostiche e sulla situazione Covid nelle scuole

28 settembre - 16:22

Per iniziativa dell'associazione culturale Südtiroler Heimatbund, Trento e l'Alto Adige ospiteranno nelle prossime settimane una campagna di manifesti contro "un'ingiustizia durata 100 anni". Il 10 ottobre 1920, infatti, il territorio a sud del Brennero veniva ufficialmente annesso al Regno d'Italia, senza che la popolazione venisse interrogata. Lo storico Delle Donne: "I principi vanno applicati a seconda del contesto storico. In Trentino l'appoggio a queste iniziative nasce dalla paura di non saper giustificare la propria autonomia"

28 settembre - 16:34

Per quando riguarda la pandemia in Veneto, ad oggi sono 90 scuole con almeno un positivo. Il governatore: '' Situazione sotto controllo ma si sta abbassando l'età dei contagi. Per uscire da questo casino dobbiamo indossare la mascherina''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato