Contenuto sponsorizzato

Schianto mortale sulla Gardesana, furgone travolge un motociclista. Il conducente del mezzo scopre che è l'amico visto poche ore prima

Un dramma nel dramma. L'uomo che si trovava sullo scooter ha cercato di sorpassare il furgone senza accorgersi che quest'ultimo stava svoltando a sinistra. Un impatto terribile, il motociclista ha perso la vita dopo essere stato sbalzato contro la recinzione dell'abitazione

Pubblicato il - 23 giugno 2020 - 11:57

BRESCIA. Un episodio terribile fatto solo ed unicamente di tanto dolore. E' quello avvenuto sulla Gardesana dove una persona è morta.

 

L'episodio è avvenuto tra Virle e Mazzano. A ricostruire la dinamica ci hanno pensato le forze dell'ordine. Dalle prime informazioni Ruggero Pigoli, 63 anni, si trovava in sella alla propria moto a poca distanza da un furgone. Ad un certo punto ha deciso di sorpassarlo, senza però accorgersi che il mezzo che aveva davanti si stava preparando per voltare a sinistra.

 

Inevitabile, purtroppo, lo scontro. Il 63enne che si trovava sullo scooter è sbalzato dalla sella ed è finito contro la recinzione di una abitazione. Uno schianto che si è rivelato fatale.

 

Un dramma che è poi diventato ancora più doloroso quando il conducente del furgone è sceso dal mezzo per soccorrere l'uomo e si è accorto che la vittima era un amico, un ex collega di lavoro, con il quale tra l'altro, si era visto poco prima.

 

Immediatamente ha dato l'allarme chiedendo aiuto ai soccorsi sanitari e ha tentato anche di rianimare l'amico steso a terra. Purtroppo, però, a nulla sono valsi i tentativi. Ruggero Pigoli è morto sul posto. Sotto choc il conducente del furgone.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 settembre - 05:01

Vittoria De Felice era candidata in circoscrizione a Piedicastello ma in queste settimane è finita su giornali nazionali e locali esclusivamente per il suo corpo. Sono stati usati gli aggettivi più classici delle commediacce anni '80 e così è stata definita ''bombastica'', ''sexy candidata'', ''appariscente'', ''mozzafiato''. Lei ha atteso la fine del voto ed ecco cosa ha detto

24 settembre - 19:33

Sono 14 le persone che ricorrono alle cure del sistema sanitario, nessun paziente si trova in terapia intensiva ma 5 cittadini sono in alta intensità. Sono 5.402 i guariti da inizio emergenza e 556 gli attuali positivi. Nel rapporto odierno, giovedì 24 settembre, si specifica che 11 sono sintomatici e 1 caso è ascrivibile ai focolai scoppiati negli ultimi giorni sul territorio provinciale

24 settembre - 17:49

I tamponi analizzati sono stati 1.613. Oggi è stato individuato un caso di coronavirus alla scuola dell'infanzia della Sacra Famiglia di Trento

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato