Contenuto sponsorizzato

Scialpinista scende sulla pista chiusa e si schianta contro il verricello del gatto delle nevi, costole fratturate e multa di 50 euro

E' successo nel tardo pomeriggio di ieri a Falcade, il 50enne dopo aver risalito il tracciato con le pelli è sceso lungo la pista Rossignol, in quel momento chiusa al pubblico e oggetto della battitura

Pubblicato il - 15 febbraio 2020 - 11:02

FALCADE. Brutto infortunio per uno scialpinista nella giornata di ieri, venerdì 14 febbraio, sulle piste da sci di Falcade. Lo sportivo è andato addosso a un verricello del gatto delle nevi e ha riportato la frattura di due costole e la distorsione di un polso.

 

E' successo nel tardo pomeriggio, il 50enne dopo aver risalito il tracciato con le pelli è sceso lungo la pista Rossignol, in quel momento chiusa al pubblico e oggetto della battitura.

 

A un certo punto nella discesa è andato a collidere contro un verricello collegato al gatto delle nevi.

 

Il 50enne tedesco è stato immediatamente soccorso e sul posto si è portato il personale sanitario, oltre ai carabinieri per effettuare i rilievi e ricostruire la dinamica.

 

Una caduta e un brutto infortunio, il 50enne è stato trasportato all'ospedale di Agordo e il referto medico riporta di 20 giorni di prognosi per la frattura di due costole e la distorsione del polso

 

Non solo, lo scialpinista è stato multato di 50 euro per aver violato il divieto di percorrere  la pista dopo la chiusura degli impianti.

 

Non è il primo infortunio di questo tipo e i carabinieri sono in fase di attivazione di specifici servizi per cercare di evitare il ripetersi di questi incidenti.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 20 febbraio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 febbraio - 18:00

Gli aggiornamenti dopo una giornata di incontri e confronti. Fugatti spiega che ci sono stati i primi tre casi in provincia. Ora stanno rientrando in Lombardia

23 febbraio - 16:16

La decisione è arrivata poche ore fa con un ordinanza firmata dai sindaci dei sei comuni dell'Isola. Ecco il documento e le ragioni di una tale decisione

23 febbraio - 15:55

Da lunedì 24 febbraio, per una settimana, tutti gli uffici e le sedi produttive di Lombardia, Emilia, Veneto, Trentino e Piemonte saranno chiuse per consentire gli interventi di disinfestazione. I sindacati: “Bene il riguardo per la salute, ma decisione senza preavviso, molti lavoratori non sanno nulla”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato