Contenuto sponsorizzato

Scivola durante un allenamento e precipita per 150 metri. Morta la promessa 16enne dell'arrampicata Luce Douady

La giovane francese rappresentava una delle più brillanti promesse dell'arrampicata. Originaria di Chambéry, nel 2019 aveva ottenuto la medaglia d'oro nella categoria boulder giovanile ai mondiali di Arco. Una normale arrampicata d'allenamento con amici, però, le è risultata fatale

Pubblicato il - 15 giugno 2020 - 16:51

TRENTO. E' precipitata per oltre 150 metri e non c'è stato nulla da fare. È lutto nel mondo dell'arrampicata sportiva, dopo che Luce Douady, 16 anni e promessa del climbing francese, ha perso la vita durante un allenamento.

 

L'incidente è avvenuto domenica 14 giugno sulle rocce della falesia di Luisset, nelle vicinanze di Grenoble, nel sud-est della Francia. In parete assieme a degli amici, è scivolata precipitando nel vuoto per 150 metri. Sulle dinamiche, comunque, le autorità francesi stanno ancora indagando.

 

Campionessa mondiale giovanile di boulder nei mondiali di Arco, Douady, che a novembre avrebbe compiuto 17 anni, aveva ottenuto la medaglia di bronzo agli europei del 2019.

 


Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

29 settembre - 20:54
L'esecutivo comunale è composto da 4 donne: 2 in quota Partito democratico, una rappresentante per Azione-Unione e Insieme. Il primo cittadino, Franco Ianeselli, ha delineato la Giunta a palazzo Thun chiamata a guidare Trento per i prossimi 5 anni: "Lavoriamo per la città in un'ottica di sostenibilità ecologica, economica, sociale e istituzionale"
29 settembre - 19:46

Sono 25 fino a questo momento le classi messe in quarantena perché sono stati riscontrati alunni positivi, ma 9 di queste hanno già terminato il periodo di isolamento mentre le altre 16 dovrebbero concludere questa misura tra pochi giorni

29 settembre - 20:36

L’assessore all’istruzione parla di “discriminazione ai danni dei nostri cittadini” ma l’unica ad aver discriminato qualcuno è la Provincia di Trento, così come stabilito da un giudice. Se un tribunale, di fronte a un ricorso di un cittadino, applica le leggi la colpa non è sua ma di quella Giunta incapace di scrivere un provvedimento degno di questo nome

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato