Contenuto sponsorizzato

Si è spento Giulio Giorello il filosofo che unì scienza etica e politica: aveva contratto il Covid-19 ma era guarito

In Trentino era una presenza fissa del Laikoday, se ne è andato all’età di 75 anni il filosofo-matematico Giulio Giorello. Convinto sostenitore della libertà in tutte le sue forme è ricordato anche per il suo impegno sul tema della laicità

Foto Di Qi124680 - Opera propria Wikipedia
Pubblicato il - 15 June 2020 - 20:17

TRENTO. Filosofo, scrittore, accademico ed epistemologo questi alcuni dei ruoli ricoperti dal poliedrico Giulio Giorello che si è spento all’età di 75anni. Dovendo trovare una parola per evitare etichette troppo strette lo si potrebbe definire un’intellettuale. Giorello, nato il 14 maggio 1945 a Milano si laureò in filosofia nel 1968 e in matematica tre anni più tardi nel 1971.

 

Dopo gli studi insegnò in diverse facoltà italiane, Pavia, Catania, Varese e Milano, fu anche presidente della Società Italiana di Logica e Filosofia della Scienza. Per un certo periodo è stato anche collaboratore del Corriere della Sera.

 

La lista delle sue pubblicazioni è di per sé lunghissima tra cui “La matematica della natura” (con V. Barone, Il Mulino, 2016), “L’etica del ribelle. Intervista su scienza e rivoluzione” (a cura di P. Donghi, Laterza, 2017); “L'incanto e il disinganno: Leopardi” (Guanda, 2016, con Edoardo Boncinelli); “Giardini del fantastico” (Edizioni ETS 2017, con Pier Luigi Gaspa) e “Libertà di pensiero” (Mimesis, 2018), solo per citare le sue ultime opere.

 

Giorello concentrò gli studi su matematica e filosofia convergendo poi sulla politica indagando la relazione che esiste fra scienza, etica e politica appunto. Convinto sostenitore della libertà in tutte le sue forme è ricordato anche per il suo impegno sul tema della laicità. Proprio per intervenire su quest’ultimo argomento partecipò in più occasioni al “Laikoday” di Arco venendo nominato anche direttore scientifico della seconda edizione.

 

Stando a quanto riporta Repubblica Giorello, era stato ricoverato per il coronavirus circa un mese fa al Policlinico di Milano da cui era stato dimesso da una decina di giorni. Negli ultimi giorni la sua situazione era peggiorata. Appena tre giorni fa si era sposto con la sua compagna Roberta Pelachin.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
18 giugno - 17:00
 Le zone maggiormente colpite sono quelle della Val Sarentino, della Bassa Valle Isarco e dello Sciliar dove si è verificato un forte [...]
Cronaca
18 giugno - 16:16
Mentre l'Apss annuncia un'audizione di tutto il personale dell'unità operativa e l'ospedale è sempre più al centro dell'attenzione nazionale tra [...]
Cronaca
18 giugno - 15:48
Il progetto di maturazione controllata fa parte di un programma complessivo per la riqualificazione ecologica generale di Ledro iniziato già nel [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato