Contenuto sponsorizzato

Si erano presi a bottigliate e calci in una piazza del centro. Identificati e denunciati 3 giovani, di cui una ragazza incinta

Una ragazza 26enne incinta e due giovani di 29 e 36 anni sono stati denunciati per rissa e lesioni. Erano stati protagonisti di una rissa filmata dai passanti in uno spiazzo di fronte ad un centro commerciale di Agordo. I carabinieri, dopo giorni di indagini, li hanno identificati 

Pubblicato il - 17 ottobre 2020 - 10:03

AGORDO. Bottigliate, insulti, pugni e calci. È questa la scena a cui si è assistito nel primo pomeriggio del 5 ottobre ad Agordo, paese del bellunese e centro principale della zona. Coinvolti nell'alterco, degenerato in un'animosa rissa fuori del centro commerciale “La Corte agordina”, sono stati 2 ragazzi della zona ed una giovane in stato di gravidanza.

 

I carabinieri di Agordo, dopo giorni, sono quindi riusciti a identificare e denunciare i responsabili: si tratterebbe di due giovani di 29 e 26 anni residenti ad Agordo e Vallada Agordina e di una ragazza 26enne di Agordo. I tre, per futili motivi, hanno inscenato una lite presto degenerata e che potrebbe aver avuto conseguenze ben più gravi.

 

In un video girato dai passanti, infatti, si vede la giovane in stato di gravidanza colpire con una bottiglia di vetro uno dei ragazzi, mentre alcune persone cercano di sedare la rissa. Tra insulti, spintoni e calci, la zuffa procede per circa 3 minuti, fino a quando uno degli interessati, con la testa ricoperta di sangue per la bottigliata, si allontana.

 

Proprio questi, vista la ferita, doveva ricorrere alle cure dell'ospedale di Agordo, avendo riportato un trauma facciale e delle escoriazioni varie giudicate guaribili in 30 giorni. Tutti e tre, nondimeno, sono stati denunciati per rissa e lesioni.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

31 ottobre - 19:34

Nella serata di ieri il Gattogordo di Trento è stato teatro di una discussione animata tra il proprietario Villotti e un gruppo di carabinieri, poliziotti e finanzieri. Secondo questi ultimi, dalle 20 il ristorante non può servire ai tavoli solamente bevande. L’oggetto del dibattito è la parola “attività” di ristorazione, che ha generato non poca confusione

31 ottobre - 18:56

In valore assoluto i dati più alti si registrano nei centri più popolosi (che è quello che sarebbe dovuto succedere anche nella prima ondata) e quindi dei 390 casi totali ben 208 sono concentrati tra Trento (127), Rovereto (56), Pergine (15) e Riva del Garda (10)

31 ottobre - 18:21

Il presidente della Provincia di Bolzano, Arno Kompatscher, ha firmato le nuove ordinanze per i Comuni-Cluster valide per 14 giorni. Ai Comuni di Laives, Malles, Sarentino, Campo di Trens e Racines si aggiungono oggi anche Sluderno, Glorenza, Tubre, Gargazzone, Val di Vizze e Rasun-Anterselva

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato