Contenuto sponsorizzato

Si rompe il braccio cadendo in e-bike ma i soccorritori devono raggiungerlo a piedi perché un albero blocca il sentiero

Giornata movimentata per il soccorso alpino di Merano, intervenuto per diverse situazioni nella zona. In un caso le operazioni di soccorso sono state rese più complicate da un albero crollato sul sentiero e che impediva di poter raggiungere il ferito

Pubblicato il - 27 settembre 2020 - 21:04

LANA. Giornata movimentata per il soccorso alpino di Merano, impegnato in più interventi sui sentieri di montagna della zona. Attorno alle 11.30, i soccorritori sono dovuti intervenire per soccorrere una donna caduta lungo un sentiero e procuratasi una frattura all'avambraccio. Consegnata alla croce bianca di Tesimo, la donna è stata portata all'ospedale di Merano.

 

Nel pomeriggio, invece, un e-biker è stato soccorso dopo essere caduto lungo il sentiero 33, sul Monte San Vigilio. I soccorritori, in questo caso, non hanno potuto raggiungere il ferito perché un albero bloccava la strada. Raggiunto a piedi, l'uomo è stato portato a Lana, dove la Croce bianca ha curato le sue ferite.

 

Dopo l'intervento, i vigili del fuoco del paese hanno spostato l'albero caduto.

 

Rimangono in prognosi riservata, invece, i due alpinisti veneti rimasti travolti da una valanga questa mattina sul Gran Zebrù.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 28 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

29 ottobre - 10:55

Un trend che si conferma alto in provincia di Bolzano. Sono stati analizzati 2.566 tamponi, 298 i testi risultati positivi per un rapporto contagi/tamponi che sale all'11,6%. Quasi 7 mila persone sottoposte a misure di isolamento

29 ottobre - 11:22

L'area è blindata e la polizia è riuscita a ferire e fermare l'assalitore. E' il terzo attacco in poco più di un mese dalla ripubblicazione delle caricature di Charlie Hebdo

29 ottobre - 04:01

Lo studio esclusivo condotto da 4 università (fra cui Trento) e dal Policlinico San Matteo di Pavia mostra cosa accadrà se le misure dell’ultimo Dpcm non dovessero frenare i contagi: “La crescita esponenziale dei positivi trascinerà con sé quella delle terapie intensive e dei decessi, le strutture sanitarie saranno messe in ginocchio

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato