Contenuto sponsorizzato

Sul Garda sbarca il gruppo (FOTO) protezione civile dell’associazione della marina militare: “L’altro giorno soccorso un surfista in difficoltà”

Giusto l'altro giorno il gruppo ha aiutato un surfista in difficoltà, il giovane è stato trovato aggrappato alla tavola affaticato e infreddolito ed è stato portato a terra dalla squadra di soccorso  

Pubblicato il - 24 May 2020 - 13:12

ALTO GARDA. Il gruppo è attivo già da maggio 2019 e si è occupato dell’assistenza alle regate organizzate dalla Fraglia Vela di Riva e dei circoli Vela Arco: ma da quest’estate le acque del Garda saranno più sicure visto che i volontari della protezione civile dell’associazione d’arma della marina militare saranno attivi in zona in pianta stabile.

 

“Il nostro è un gruppo di volontari formato da vari specialisti – spiega il comandante Nicolò Cristina – fra cui soccorritori acquatici, sanitari, sommozzatori e unità cinofile brevettate per soccorso in acqua”. La sede logistica del gruppo rimane alla Fraglia Vela di Riva del Garda ma le operazioni riguardano l’intero bacino.  

 


 

“Il servizio è a carattere di puro volontariato e si basa solo ed esclusivamente sull’autofinanziamento degli stessi soci – prosegue il comandante – per soccorsi e ricerche ci teniamo sempre in contatto con le autorità competenti, come la squadra nautica della polizia di Riva del Garda e la guardia costiera di Salò”.

 


 

In particolare il gruppo della protezione civile presta soccorso a velisti o surfisti: “In genere, essendo volontari e la maggior parte dei componenti il nucleo ancora in età lavorativa, siamo presenti il sabato, la domenica ed i festivi”. Il personale è formato per la maggior parte da ex ufficiali e sottufficiali della marina militare che, talvolta, per manifestazioni internazionali, sacrificano il proprio tempo per garantire il servizio. Ad esempio l’anno scorso sono stati effettuati 31 interventi, alcuni anche in codice rosso.

 


 

Mentre nella giornata di ieri, 23 maggio, quando la squadra stava rientrando in porto è arrivata una segnalazione: all’incirca alle 14e45 un surfista si trovava in difficoltà. In pochi minuti il gruppo della protezione civile è uscito in acqua raggiungendo il giovane aggrappato alla tavola, affaticato e infreddolito. Applicando tutti i protocolli anti-coronavirus l’infortunato è stato messo in sicurezza per poi essere portato a terra. Il giovane, dopo essersi ripreso, ha rifiutato il ricovero in ospedale ed è stato riaccompagnato a casa da un famigliare.

 


Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
17 aprile - 20:14
Trovati 88 positivi, 1 decesso nelle ultime 24 ore. Sono state registrate 159 guarigioni. Sono 1.413 i casi attivi sul territorio provinciale
Cronaca
17 aprile - 20:51
L'allerta è scattata a Piazzo di Villa Lagarina. In azione ambulanze, vigili del fuoco di zona e carabinieri. I giovani trasferiti in ospedale per [...]
Montagna
17 aprile - 20:17
Il tema è quello della realizzazione di una strada/sentiero anche per i disabili in Val di Mello in provincia di Sondrio ma vale per qualsiasi [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato