Contenuto sponsorizzato

Suona il citofono e non ne vuole sapere di smetterla. Arrestato un 44enne: si era anche portato via la tastiera

E' successo questa notte a Trento in via della Cervara. L'uomo, un 44enne magrebino, ha opposto resistenza ai carabinieri che hanno cercato di perquisirlo

Pubblicato il - 23 gennaio 2020 - 18:55

TRENTO. Continuava a suonare il citofono. Erano le 22.30 e proprio non ne voleva saperne di smetterla di suonare il campanello della comunità ''Sentiero'' di Trento. Alla fine sul posto sono dovuti intervenire i carabinieri e, dopo diverse difficoltà per cercare di bloccarlo, visto che l'uomo ha opposto resistenza in maniera molto vigorosa, nel giubbotto gli hanno trovato anche una tastiera di un videocitofono, che è risultata essere asportata poco prima dalla sede della comunità che aveva richiesto l’intervento al 112.

 

I fatti si sono svolti ieri sera in via della Cervara. Nel corso dei servizi perlustrativi i carabinieri della compagnia di Trento hanno tratto in arresto un 44enne magrebino resosi responsabile di furto aggravato e resistenza a pubblico ufficiale. Intorno alle 22.30, infatti, la radiomobile di Trento interveniva in via della Cervara, presso la comunità “Sentiero”, perché vi era una persona che disturbava insistentemente al citofono.

 

Nel mentre si avvicinava al civico esatto, la pattuglia intravedeva un uomo che cercava di nascondersi alla vista dei militari. Fermato l'uomo ha tentato di opporre resistenza, spintonando vigorosamente i carabinieri, che con non poche difficoltà sono riusciti a bloccarlo, potendo, così, svolgere gli accertamenti necessari.

 

Nel perquisirlo, è stato trovato in possesso anche di una tastiera di un videocitofono, che è risultata essere asportata poco prima dalla sede della comunità che aveva richiesto l’intervento al 112, come peraltro poi lui stesso ha finito per ammettere. Ultimate le operazioni di rito, il marocchino è stato trattenuto presso la camera di sicurezza dei carabinieri in via Barbacovi a disposizione dell’Autorità giudiziaria, in attesa della direttissima, celebrata nella mattinata odierna (convalidato l’arresto e trattenuto in carcere come misura cautelare).

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 20 gennaio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
21 gennaio - 14:57
Sono stati analizzati 13.391 tamponi tra molecolari e antigenici. Registrati 2.375 positivi e 0 decessi. Ci sono 167 persone in ospedale di [...]
Politica
21 gennaio - 15:06
Il Governo ha deciso quali sono i negozi e gli esercizi commerciali ai quali si potrà accedere senza il pass. Non è arrivata la deroga a quelle [...]
Cronaca
21 gennaio - 13:39
Walter Ferrari, portavoce del coordinamento lavoro porfido: "Il Comune e la Provincia si sono costituite parte civile molto tardivamente, spinte [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato