Contenuto sponsorizzato

Tanti escursionisti in quota e il Soccorso alpino interviene per salvare diversi scialpinisti. L'appello: "Capiamo la voglia di montagna ma serve avvicinamento graduale e accorto''

L'incidente più grave è quello avvenuto in zona Tofana, dove ha perso la vita il giovane Tommaso Redolfi. Molti gli interventi in quota di Soccorso alpino e elicottero per recuperare gli infortunati nel corso delle escursioni

Pubblicato il - 09 May 2020 - 20:07

BELLUNO. Le restrizioni per fronteggiare l'emergenza coronavirus sono state allentate e, complice anche la splendida giornata di bel tempo, sono tante le persone che sono uscite per un'escursione sulle montagne. L'appello del soccorso alpino, lanciato nei giorni scorsi, è quello di prestare attenzione: "Invitiamo tutti a muoversi con prudenza in montagna. Comprendiamo che il desiderio di tornare a posare piede in quota sia tanto, dopo settimane bloccati in casa, ma auspichiamo ugualmente un avvicinamento graduale e accorto, nel rispetto della situazione ancora difficile e delle disposizioni vigenti in materia di Covid-19".

 

Diversi gli incidenti per i quali è stato richiesto l'intervento del soccorso alpino veneto e, purtroppo, un giovane scialpinista di 23 anni di Belluno ha perso la vita. La vittima, Tommaso Redolfi, è stato trascinato in un canale da una valanga mentre scendeva dalla Tofana di Rozes a Cortina d'Ampezzo. Una tragedia avvenuta sotto gli occhi del fratello di 27 anni (Qui articolo).

 

La macchina dei soccorsi è entrata in azione già alle 9.40 circa, quando la Centrale operativa è stata allertata per uno scialpinista infortunatosi, mentre con altre due persone si trovava lungo il Canale Mascabroni, vicino al passo della Sentinella sul Popera, comune di Comelico Superiore. Un vicentino ha perso l'equilibrio per ruzzolare diversi metri: l'uomo ha riportando un trauma alla gamba. Recuperato dal Pelikan, l'infortunato è stato trasportato all'ospedale di Bressanone.

 

Alle 11.30 l'eliambulanza di Bressanone è poi intervenuta a Cima d'Ambata, sempre Comelico Superiore, per uno scialpinista di Mogliano Veneto in provincia di Treviso che si è fatto male a una spalla scendendo con altri due sciatori.

 

Attorno a mezzogiorno l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore è invece stato inviato a Domegge di Cadore, in località Siviron, dove, mentre stava facendo legna in compagnia, un uomo di Lozzo di Cadore (Belluno) è stato colpito a una gamba da un tronco tagliato.

 

Individuato il punto dell'incidente, non appena gli amici sono usciti dal bosco per dare indicazioni all'equipaggio, equipe medica e tecnico di elisoccorso sono stati calati con un verricello di 70 metri. Dopo le prime cure per una probabile frattura, i soccorritori lo hanno imbarellato e trasportato per una trentina di metri fino al prato, da dove è stato caricato a bordo, sempre utilizzando il verricello, per poi essere accompagnato all'ospedale di Feltre.

 

Successivamente l'elicottero di Pieve di Cadore è volato a Cima d'Ambata, a 2.800 metri di quota, per recuperare i due compagni bellunesi dello sciatore infortunato che, aumentate le temperature, avevano contattato il 118 per il timore di possibili valanghe. Imbarcati entrambi con verricello corto, i due scialpinisti sono stati portati al Rifugio Lunelli.

 

Alle 17.40 circa il Soccorso alpino di Verona è stato, invece, allertato per una escursionista scivolata, mentre con altre due persone scendeva dal Santuario Madonna della Corona verso Brentino, lungo il sentiero del Pellegrino.

 

La donna, una settantenne, che era ruzzolata lungo il pendio erboso per una decina di metri, è stata raggiunta da una squadra e dall'infermiere dell'ambulanza, che le hanno prestato le prime cure per un possibile trauma cranico e una ferita alla testa. Dopo averla imbarellata, i soccorritori la hanno trasportata fino al sentiero in un punto facilmente accessibile dall'elicottero di Verona emergenza, che la ha presa in carico e accompagnata all'ospedale.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
18 aprile - 12:39
Nello stato di San Paolo in particolare una buona parte degli ospedali avrebbe esaurito le scorte di sedativi per i pazienti intubati che, secondo [...]
Ambiente
17 aprile - 19:34
Gli attivisti di StopCasteller contro la Giunta Fugatti: “Da mesi la Provincia non diffonde immagini e nasconde deliberatamente aggiornamenti [...]
Cronaca
18 aprile - 09:03
Un'operazione che ha coinvolto 12 province e in tutto sono state sequestrate  5.000 compresse, circa 150 fiale (con altrettante siringhe) e un [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato