Contenuto sponsorizzato

Trasporta mangime per cavalli con lo scooter, cade senza casco e sbatte la testa: elitrasportato in codice rosso all’ospedale

Il 19enne che si occupava dei cavalli della scuderia ha riportato gravi escoriazioni e tumefazioni alla testa. Per questo è stato elitrasportato in ospedale dove si trova tutt’ora ricoverato

Pubblicato il - 13 agosto 2020 - 20:47

CASTELNUOVO DEL GARDA (VR). Grande paura nel tardo pomeriggio di oggi, 13 agosto, a Castelnuovo del Garda, quando un dipendente della “Scuderia del Garda sole srl” è caduto mentre si trovava a bordo di uno scooter.

 

Il 19enne, residente nello stesso Comune, stava percorrendo la strada sterrata che porta alle stalle della scuderia per portare il mangime ai cavalli. All’improvviso però ha perso il contro del mezzo rovinando a terra e battendo la testa contro una recinzione in metallo.

 

 

Stando a quanto accertato dai carabinieri intervenuti sul posto il giovane stava trasportando il mangime a bordo dello scooter, sfortunatamente al momento della caduta, non indossava il casco.

 

Una volta lanciato l’allarme, intorno alle 18, sono arrivati i sanitari per prestare le prime cure al ferito. Il 19enne presentava escoriazioni e tumefazioni al capo, vista la gravità della situazione i soccorritori hanno deciso di far intervenire l’eliambulanza.

 

Il giovane è stato elitrasportato nell’ospedale di Verona Borgo Trento, stando alle prime informazioni si trova in osservazione ma non pericolo di vita. Oltre i carabinieri. per effettuare i rilievi del caso, sono intervenuti anche i tecnici dell’ispettorato del lavoro.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.08 del 18 Settembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 settembre - 13:12

Il 19 settembre 2019 il Parlamento europeo votava una mozione sull'importanza della memoria, suscitando diverse proteste tra gli ex comunisti (e gli storici) italiani, che gridarono alla banalizzazione della storia e a un'inaccettabile equiparazione tra nazismo e comunismo. Lo storico Marcello Flores D'Arcais: "Il documento, coi suoi limiti, esprime il desiderio dell'Europa di costruire un racconto comune del passato. Il clamore suscitato in Italia fu dovuto al rifiuto della storia in nome dell'identità"

19 settembre - 12:36

L'allerta è scattata intorno alle 7.30 di oggi, sabato 19 settembre, sull'Agner. Il 23enne stava procedendo in conserva insieme al compagno di cordata sulla parte sommitale dello zoccolo dello Spigolo nord. In azione il Pelikan di Bolzano, il Soccorso alpino di Agordo e l'equipe medica

19 settembre - 11:02

Salgono a quasi 1800 le persone in quarantena e di queste una cinquantina sono di ritorno da Croazia, Grecia, Spagna o Malta. Il rapporto tamponi – contagi rimane sopra l'1% 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato