Contenuto sponsorizzato

Tre interventi in poche ore per i vigili del fuoco rivani. Tra incendi e fughe di gas, supportano anche il personale medico per l'emergenza Covid

Sono tre gli interventi che hanno visto impegnato il corpo dei vigili del fuoco di Riva del Garda a Salò, Sant'Alessandro e Torbole. Una fuga di gas e due incendio a un tetto e ad una canna fumaria hanno richiesto il loro intervento, in tutti i casi con danni lievi. Prosegue intanto il loro lavoro di supporto al personale sanitario in virtù dell'emergenza Coronavirus

Pubblicato il - 01 aprile 2020 - 11:44

RIVA DEL GARDA. Sono 48 ore impegnative quelle trascorse da lunedì dal corpo dei vigili del fuoco volontari di Riva del Garda. Il loro intervento, infatti, è stato richiesto in diverse occasioni, anche fuori regione.

 

Nella giornata di lunedì i pompieri rivani sono stati attivati dalla centrale operativa di Brescia per un supporto al distaccamento di Salò per un incendio ad un tetto prontamente domato. Le fiamme hanno tenuto impegnati i vigili tutta la notte, con danni fortunatamente alle sole cose.

 

 

Nella giornata di martedì 31 marzo, invece, al 112 giungeva una segnalazione di incendio ad una canna fumaria nella frazione di Sant'Alessandro. L'intervento era richiesto per un edificio di 4 piani, e ha visto impegnati i vigili per circa 2 ore. Il tutto, anche in questo caso, si è risolto con alcuni danni a cose, in questo caso minori.

 

 

Nella mattinata, nell'abitato di Torbole, infine, un autocarro adibito alla raccolta di rifiuti ha accidentalmente colpito le utenze del gas di una casa causando un'ingente perdita di metano sulla via pubblica. La squadra è intervenuta pertanto mettendo prima al riparo gli abitanti della zona poi predisponendo la ventilazione del gas tramite mandate idriche, in attesa che il personale responsabile della rete di distribuzione intervenisse.

 

 

Anche in questo caso, si sono registrati solo danni di modesta entità, grazie anche alla tempestività degli interventi. Tutte le operazione sono state eseguite tenendo conto delle esigenze sanitarie del caso. Attrezzature, mezzi e uomini vengono sanificati con speciali procedure al termine di ogni chiamata.

 

Nell'ambito dell'emergenza Covid, i vigili del fuoco rivani proseguono nell'attività di supporto al personale sanitario.

 


Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 20 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

21 ottobre - 17:39

Tra i nuovi positivi, 71 presentano sintomi, 13 casi riguardano minorenni, dei quali 2 contagiati sono nella fascia di età 0-5 anni e altri 11 ragazzi si collocano nella fascia 6-15 anni, mentre 13 infezioni riguardano over 70 anni

21 ottobre - 16:14

Lo studio realizzato dall'ospedale di Negrar conferma che mantenere bassa la circolazione del virus e l’esposizione al contagio con l’uso di mascherine e il rispetto del distanziamento può vere un impatto non solo sul numero assoluto di casi, ma anche indirettamente sulla severità dei casi stessi

21 ottobre - 17:18

Il primo a prendere questa decisione di assoluto buon senso (visto che l'anima di questi eventi è costruita sulla logica dell'assembramento, della convivialità e della presenza di tanti turisti) è stato il sindaco di Trento Franco Ianeselli. Attaccato dalla maggioranza leghista che governa la Provincia poco dopo è stato seguito da Kompatscher e da tutto l'Alto Adige. Oggi la decisione ufficiale del sindaco Sboarina 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato