Contenuto sponsorizzato

Trovato morto in fondo alle scale, fatali le ferite e i traumi riportati

L'incidente è avvenuto in Val Pusteria. A perdere la vita un uomo di 51 anni, Martin Knollseisen

Pubblicato il - 01 febbraio 2020 - 17:22

CHIENES. E' stato trovato senza vita, riverso a terra ai piedi delle scale del seminterrato della sua abitazione a Chienes in Val Pusteria. Gli amici e i familiari lo chiamavano ''Motz'' e per anni è stato uno delle anime del club di calcio della zona l'Asv Kiens. Venerdì mattina è arrivata la notizia della scomparsa di Martin Knollseisen e anche se sono da chiarire le cause che hanno portato al decesso appare ormai praticamente certo che si sia trattato di un incidente.

 

L'uomo sarebbe scivolato mentre stava affrontando le scale per scendere nello scantinato sbattendo più volte contro gli scalini e il muro e finendo per cadere rovinosamente al suolo. Le ferite e i traumi si sarebbero rivelati fatali e per l'uomo, un 51enne, non ci sarebbe stato nulla da fare. E così il medico di emergenza chiamato sul posto, al suo arrivo non ha potuto fare altro che constatare il decesso. 

 

La società sportiva del Kiens ha fatto un post su Facebook per ricordare ''Motz'', per anni attivissimo nel club in vari ruoli da quello di assistente arbitro ad accompagnatore, e per stringersi ai suoi familiari, alla madre e ai fratelli. I funerali avranno luogo lunedì.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 27 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 ottobre - 04:01

In queste ore i vertici dell'Ordine dei medici sono scesi in campo per evidenziare preoccupazioni, riportare perplessità e criticità del sistema, ma anche proposte per migliorare la situazione in questa fase delicata della seconda ondata di Covid-19. Un settore attenzionato è quello delle Rsa

28 ottobre - 08:43

I contagi sarebbero partiti da almeno due pazienti che erano “sfuggiti” alle maglie dei controlli perché negativi al primo tampone. Fra infermieri e oss ci sono 12 sanitari positivi, anche alcuni pazienti fra i contagiati. Nel frattempo sono state disposte una serie di sanificazioni straordinarie

27 ottobre - 19:32

I ristoranti dolomitici tirano un sospiro di sollievo con la proroga che sposta dalle 20 alle 22 la chiusura delle cucine e chiedono alla loro clientela di anticipare l’arrivo ai tavoli. Alfio Ghezzi: "Dobbiamo crederci, far vedere agli ospiti che noi siamo operativi, pronti a soddisfare le esigenze e che lo facciamo in assoluta garanzia sanitaria"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato