Contenuto sponsorizzato

Un gigantesco nido di vespe trovato in un sottotetto di un condominio. Le IMMAGINI della rimozione

I vigili del fuoco di Thuins sono intervenuti dopo la chiamata dei residenti del palazzo. Fortunatamente la struttura era vuota e quindi ''nessuno si è fatto male, nemmeno le vespe''

Pubblicato il - 15 aprile 2020 - 11:21

VIPITENO. Sembrava quasi un elemento architettonico della struttura del tetto, un cilindro quasi perfetto incassato in un angolo della soffitta di un condominio di Thuins, quartiere di Vipiteno, in Alto Adige. Ma era un gigantesco nido di vespe. Una volta notato dai residenti è scattato subito l'allarme. Pericolosissimo tentare di rimuoverlo da soli se all'interno vi fossero stati i suoi ''inquilini''. Fortunatamente all'arrivo dei vigili del fuoco della zona si è accertato che era vuoto e allora si è provveduto a rimuoverlo tutto per evitare che potesse tornare a popolarsi con l'arrivo della primavera. 

 

 

Il nido di vespe è una struttura che sembra quasi fatta di carta composta da moltissime celle esagonali. Se nelle celle notate delle specie di tappi bianchi vuol dire che all'interno vi sono anche le larve.

 

 

Cercare di rimuoverne uno può essere anche molto pericoloso se non lo si fa con gli accorgimenti necessari: si rischia di essere aggrediti dallo sciame che se è composto da molti elementi può provocare anche molte punture che possono anche condurre a uno shock anafilattico (se poi si è allergici le cose si fanno ancora più drammatiche in pochissimo tempo).

 

 

Per questo per rimuovere un nido è sempre meglio affidarsi a chi lo sa fare. Tra questi ci sono anche i vigili del fuoco. 

 

 

 

 

''Oggi eravamo pronti per affrontare delle vespe - scrivono i vigili del fuoco di Thuins -. Nella soffitta di un condominio, l'anno scorso si erano infilate delle vespe. Al fine di evitare che queste tornassero a popolare il nido, lo abbiamo rimosso su richiesta. In questo modo abbiamo potuto evitare che gli abitanti venissero punti e anche noi siamo riusciti a terminare l'operazione senza nessun problema. Non da ultimo, poi, nessuna vespa si è fatta male''.

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
20 aprile - 13:31
Nel mirino anche l'ultima delibera della Pat per le aperture all'esterno: "La Giunta ha dato un contentino ridicolo: le temperature nelle [...]
Cronaca
20 aprile - 11:24
Dalle 23 di domani, 21 aprile, potrà prenotarsi al Cup online, nella sezione 'conviventi e caregiver', chi assiste i più fragili. Saranno [...]
Società
20 aprile - 09:55
Poco più di una settimana fa un ciclista nell'Alto Garda è stato scaraventato in un fosso dopo essere stato urtato da un [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato