Contenuto sponsorizzato

Un vasto incendio distrugge un edificio, il rogo si vede anche dalla valle. Tantissimi i vigili del fuoco in azione

L'allerta è scattata intorno alle 20.45 quando una densa nube di fumo si è levata nel cielo della val San Valentino tra la val Rendena e la val di Fumo. In poco tempo si sono sviluppate le fiamme che hanno avvolto rapidamente l'edificio

Pubblicato il - 04 marzo 2020 - 23:13

TRENTO. Un edificio è andato distrutto nella serata di oggi, mercoledì 4 marzo. L'allerta è scattata intorno alle 20.45 quando una densa nube di fumo si è levata nel cielo della val San Valentino tra la val Rendena e la val di Fumo.

 

In poco tempo si sono sviluppate le fiamme che hanno avvolto rapidamente l'edificio, per grandi parti in legno. Un incendio visibile anche dai centri abitanti circostanti.

A lanciare l'allerta una donna che vive all'interno dell'edificio. Immediato l'arrivo dei soccorsi, i vigili del fuoco di Villa Rendena e il corpo di Tione

 

Diverse le unità in azione per cercare di fronteggiare il vasto incendio, alimentato anche dal vento presente in località.

Un intervento difficile per la zona e delicato in quanto i vigili del fuoco hanno cercato di circoscrivere le fiamme per evitare che qualche scintilla potesse scappare e incendiare il bosco circostante.

 

I pompieri hanno messo in sicurezza l'area e hanno avviato le operazioni di spegnimento ma nonostante l'enorme impegno e le tante energie l'edificio è stato, purtroppo, distrutto dalla furia del rogo. 

 

Ora i vigili del fuoco sono impegnati nella bonifica della zona e nei controlli della presenza di eventuali focolai. La macchina dei soccorsi cerca inoltre di ricostruire la causa del vasto incendio.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 ottobre - 15:58

Il presidente della regione Veneto ha commentato i dati odierni (oltre 1.100 contagi e 3 morti) e spiegato che secondo lui sarebbe stato meglio chiudere i centri commerciali che gli esercenti della ristorazione. E sul virus ha aggiunto: ''Va affrontato per quello che è: per noi l'emergenza sanitaria non c'è. Non c'è in Veneto''

26 ottobre - 15:45

E' successo pochi minuti prima di mezzogiorno. Sul posto si sono portati  i carabinieri, i vigili del fuoco di Grigno e i soccorsi sanitari. Il ragazzo dopo essersi ripreso è stato stabilizzato ed elitrasportato all'ospedale di Trento 

26 ottobre - 14:52

Il nuovo Dpcm mette nero su bianco la chiusura di teatri e cinema. In queste ore verrà fatta conoscere la nuova ordinanza di Fugatti e si capirà se la strada seguita è quella di Bolzano con la deroga alle regole nazionali o Roma

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato