Contenuto sponsorizzato

Una cagnolona Terranova si accascia durante un'escursione. Interviene il soccorso alpino e la trasporta in elicottero al sicuro

Il cane  in cima a Forcella Giau durante una escursione lungo il sentiero numero 464 non è riuscita più a proseguire accasciandosi per terra. Il padrone ha quindi chiesto aiuto 

Foto archivio
Pubblicato il - 27 giugno 2020 - 19:22

BELLUNO. Intervento particolare quello svolto quest'oggi dagli uomini del soccorso alpino veneto che hanno aiutato un esemplare femmina di Terranova che in cima a Forcella Giau durante una escursione lungo il sentiero numero 464 non è riuscita più a proseguire accasciandosi per terra.

 

Alle 15 i proprietari della cagnolona di circa 60 chili hanno chiesto aiuto. In accordo col padrone, un uomo di Bergamo, dopo aver imbarcato il conduttore di un'unità cinofila del Soccorso alpino, ha provveduto al recupero l'elicottero dell'Air Service Center atterrato nelle vicinanze.

 

La cagnolona, che fa parte di un'unità cinofila di salvataggio in acqua, è stata sollevata di peso e caricata a bordo per essere poi trasportata assieme ai proprietari fino al Passo.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 28 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

29 settembre - 10:06

Stop anche all'entrata delle stelle alpine in giunta a Laives, il sindaco Christian Bianchi: "Ci saremmo aspettati più prudenza dal direttivo della Svp con il mantenimento della neutralità lasciando alla gente la possibilità di scegliere. Il centrodestra ha deciso di mettere in stand by la formazione di nuove giunte con la Svp"

29 settembre - 10:57

Nelle ultime 24 ore sono stati analizzati 984 tamponi, 8 i test risultati positivi. Sono 28 i pazienti ricoverati nei normali reparti ospedalieri e nessuno deve ricorrere alle cure della terapia intensiva, mentre sono 44 le persone presenti nella struttura di Colle Isarco

29 settembre - 05:01

Una famiglia si trova da martedì scorso tutta a casa in attesa dell'esito del tampone della figlia che da scuola, lunedì, era tornata con il raffreddore. E se ancora non è arrivata l'influenza e i primi raffreddori e mal di gola stanno arrivando proprio in questi giorni cosa succederà con il peggiorare della situazione? Sono sufficienti i tamponi a tenere sotto controllo la situazione?

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato