Contenuto sponsorizzato

Vandali in azione, distrutto un bagno pubblico. Il sindaco: ''Costi causati da dei 'geni' che colpiscono tutta la comunità''

La denuncia del sindaco di Tenno dove già in passato si erano verificati dei vandalismi. Marocchi : "Ho deciso che da oggi in poi sarà mia cura evidenziare queste 'genialate' a tutti con le foto di quanto succede. Così ognuno farà le considerazioni del caso. Io farò anche dell'altro"

Pubblicato il - 06 November 2020 - 09:40

TENNO. I vandali hanno nuovamente colpito i bagni pubblici di Tenno. A denunciarlo su Facebook è stato nelle scorse ore il sindaco Giuliano Marocchi con tanto di foto nella quale si vede il bagno completamente distrutto.

 

Un danno anche economico per l'intera comunità. “Evito ogni commento – spiega il sindaco - perché non mi va di sprecare del tempo prezioso che vorrei investire per altre cose e soprattutto perché non mi va di dare dello spazio ai 'geni' che ancora una volta hanno preso di mira i bagni pubblici del 'Tennis' a Tenno”.

Già in passato, infatti, episodi di vandalismo erano stati segnalati sul territorio. Episodi simili erano avvenuti durante alcuni fine settimana estivi nel lago di Tenno e il sindaco del Comune dell'Alto Garda aveva chiesto e ottenuto un'azione di monitoraggio, controllo e sanzionamento. In agosto erano stati stimati oltre 5 mila euro di danni, tra i circa 2000 euro trafugati da un parcometro al parcheggio che sovrasta il lago e i vandalismi operati contro i bagni pubblici e una casa privata. (QUI L'ARTICOLO)

 

“Segnalo solo che questi 'costi sociali' – ha continuato ancora il Marocchi - non sono a carico del sindaco o della Giunta ma li paga tutta la comunità. Per questo motivo ho deciso che da oggi in poi sarà mia cura evidenziare queste 'genialate' a tutti con le foto di quanto succede”.

 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
02 dicembre - 20:39
Dopo le rivelazioni del sindaco Finato si allungano le ombre sul progetto per il Nuovo ospedale di Cavalese. Ora Cia chiede conto del ruolo avuto [...]
Cronaca
02 dicembre - 15:54
Il Centro in via Dogana 1 ha iniziato ad accogliere le vittime di violenza dai primi anni 2000, partendo da 92 arrivando a 335 nel 2021. [...]
Cronaca
02 dicembre - 19:23
Raffaele Sollecito fu condannato in primo grado nel 2009 e poi definitivamente assolto insieme ad Amanda Knox,  per la morte di [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato