Contenuto sponsorizzato

Vede i carabinieri e tenta di darsi fuoco, era in fuga da tre giorni dopo aver massacrato una ragazza di 26 anni

L'uomo, che viveva nel veronese, dopo tre giorni di ricerche è stato rintracciato ieri sera sul Garda. L'amica che aveva picchiato è riuscita a sopravvivere. Lui si trova in condizioni gravi in ospedale 

Foto archivio
Pubblicato il - 21 gennaio 2020 - 10:37

DESENZANO. In fuga da tre giorni tenta di darsi fuoco dopo essere stato intercettato dai carabinieri. Il drammatico episodio è avvenuto sul Garda e vede protagonista un 59enne rumeno.

 

L'uomo era in fuga da venerdì notte a seguito di una aggressione che aveva compiuto nei confronti di una ragazza 26enne . L'uomo l'aveva picchiata a sangue e poi per cancellare ogni traccia aveva cercato anche di incendiare l'appartamento in cui si trovava. All'arrivo dei carabinieri, però, a terra semicosciente hanno trovato la ragazza. Picchiata a sangue ma fortunatamente ancora viva.

 

Da quel momento è partita una vera e propria “caccia” all'uomo. Il 59enne ha vagato per circa tre giorni fino a quando ieri sera sul Garda è stato rintracciato dai carabinieri. L'uomo, all'altezza di Desenzanino è stato fermato ha tentato di farla finita alla vista dei carabinieri che lo avevano ormai intercettato.

 

Dall'interno dell'auto, però, vedendosi ormai accerchiato, ha tentato di darsi fuoco ma i carabinieri della Compagnia di Desenzano lo hanno estratto mentre i vigili del fuoco hanno spento le fiamme in tempo. L'uomo è stato portato in ospedale e sarebbe in gravi condizioni.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 ottobre - 20:13

Ci sono 127 persone nelle strutture ospedaliere di Trento e Rovereto, 9 pazienti si trovano nel reparto di terapia intensiva e 12 in alta intensità. Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 222 positivi a fronte dell'analisi di 2.861 tamponi molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 7,6%

30 ottobre - 18:15

La misura introdotta per evitare assembramenti: l’1 e il 2 novembre i cimiteri di tutto il Trentino rimarranno chiusi. Fugatti: “L’azienda sanitaria ci segnala un rischio aumento dei contagi sugli anziani, una settimana dopo le feste di Ognissanti”

30 ottobre - 20:57

Questi alcuni commenti durante la diretta della Provincia per aggiornare il territorio sulla situazione epidemiologica. Rossi (Patt): "Fugatti deve dissociarsi subito e anche prendere provvedimenti altrimenti vuol dire che condivide"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato