Contenuto sponsorizzato

Viene fermato per un controllo e dall'auto esce un forte odore di marijuana. Nei guai un 20enne

Il giovane è stato fermato al Passo di Costalunga, che divide Alto Adige e Trentino, per un normale controllo di routine. Abbassato il finestrino, i militari non hanno avuto dubbi e dopo qualche domande il 20enne ha consegnato loro 10 grammi di marijuana. Altri 10 ne venivano rinvenuti nell'abitazione

Pubblicato il - 17 giugno 2020 - 17:16

SAN GIOVANNI DI FASSA. Stava attraversando il passo che divide la val d'Ega dalla val di Fassa quando la sua auto è stata fermata dai carabinieri per un normale controllo di routine. Dal veicolo, però, proveniva l'inconfondibile odore dei cannabinoidi.

 

Per questo i militari della pattuglia della stazione di San Giovanni di Fassa approfondivano il controllo, mettendo “sotto torchio” il giovane conducente, un ventenne della zona, che poco dopo consegnava loro circa 10 grammi di marijuana.

 

Non contenti, a quel punto i carabinieri lo accompagnavano alla sua abitazione, dove rinvenivano nel corso di una perquisizione altri 10 grammi dello stesso tipo di stupefacente. Il ventenne veniva così segnalato al locale commissariato del governo come assuntore di droghe.

 

Lungo la direttrice del Passo di Costalunga, d'altronde, non è la prima volta che le forze dell'ordine si imbattono in persone che trasportano con sé sostanze proibite. Lo scorso aprile, ad esempio, i militari avevano sequestrato della cocaina e della marijuana ad un trentenne.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
23 giugno - 21:07
Una barca si è rovesciata nel lago di Caldonazzo a causa del forte maltempo che si è abbattuto su ampie porzioni del Trentino. Due persone [...]
Cronaca
23 giugno - 19:56
Chi è abituato a percorrere il viadotto dei Crozi sa che sulla vecchia strada da sempre si formano delle cascate con l'arrivo del maltempo. Ora [...]
Cronaca
23 giugno - 21:22
I due escursionisti, con una comitiva di altre 6 persone, si trovavano a quota 3.100 metri sotto le roccette di Punta Penia quando è avvenuto il [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato