Contenuto sponsorizzato

Aggredita con un machete, morta la missionaria laica Nadia De Munari dell'Operazione Mato Grosso

La drammatica notizia è avvenuta nelle scorse ore. La donna si trovava nella sua abitazione a Nuevo Chimbote, in Perù, e stava dormendo quando è stata aggredita

Pubblicato il - 25 aprile 2021 - 10:16

VICENZA. Nadia De Munari, 50 anni, missionaria laica in Perù per l’Operazione Mato Grosso, è morta nelle scorse ore dopo essere stata aggredita con un machete nella notte mentre stava dormendo nella sua stanza.

 

Originaria di Giavenale, un quartiere di Schio in provincia di Vicenza, Nadia, da tempo si occupava della gestione di sei asili e una scuola elementare di una baraccopoli. Il suo impegno era continuo sia nell'ambito della formazione sia in quello nell'aiuto delle tante famiglie che si trovavano in difficoltà e che lei raggiungeva per dare un po' di sollievo con del cibo.

 

Nadia risiedeva nel centro “Mamma Mia”. Secondo le informazioni fornite dalle autorità, è stata colpita nella notte mentre stava dormendo nella sua stanza. Tra le ipotesi ci potrebbe essere un tentativo di rapina. La donna è stata colpita più volte con un machete riportando profonde ferite in tutto il corpo. 

 

Nella struttura erano presenti altre persone che si trovavano, però, in un'altra ala dell'edificio e non si sono accorte di nulla. Solo alla mattina, non vedendo più arrivare Anna a colazione, hanno dato l'allarme e si è scoperto il dramma.

 

Rivenuta ancora viva, Anna è stata trasposta in un primo momento in una struttura sanitaria del posto ma viste le gravi condizioni è stata trasferita poi all'ospedale di Lima dove è stata sottoposta ad un'operazione. Purtroppo, però le ferite riportate nell'aggressione sono risultate molto gravi e dopo poche ore è morta.

 

Da parte della polizia sono in corso le indagini per riusciti a rintracciare gli assassini della volontaria italiana.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 settembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
25 settembre - 13:16
Lo striscione intimidatorio è stato rivendicato dal Veneto Fronte Veneto Fronte Skinheads. La replica della Cgil: “Difendiamo la salute e il [...]
Cronaca
25 settembre - 12:59
L'incidente è avvenuto all'altezza della stazione di Marter (Roncegno Terme). Il corpo dell'animale preso in custodia dal corpo forestale. Notte [...]
Politica
25 settembre - 12:27
I cinque consiglieri del gruppo Verde regionale (fra cui Coppola e Zanella) hanno fatto sapere che restituiranno l’intera somma legata al [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato