Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, le minoranze di Volano: ''La sindaca si è vaccinata in anticipo e saltando il turno''. La prima cittadina a Il Dolomiti: ''Risponderò in Consiglio comunale''

La prima cittadina di Volano avrebbe giocato d'anticipo. Il gruppo consiliare Centro autonomista popolare: "La sindaca non ha accolto l’invito di tutte le autorità di essere esempio nel rispettare le priorità imposte dallo Stato, tanto che nel mese di marzo è stata vaccinata con largo anticipo rispetto ai suoi coetanei, mentre c’erano ancora molti soggetti fragili del nostro Comune in attesa del trattamento"

Di Luca Andreazza - 30 aprile 2021 - 17:17

VOLANO. La sindaca di Volano si sarebbe vaccinata contro Covid-19 in anticipo rispetto a quello che sarebbe stato il cronoprogramma. Questo quanto mettono in luce Emanuele Volani, Marco Boschi e Mariateresa Voltolini, consiglieri comunali di minoranza in quota Centro autonomista popolare. "Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e il premier Mario Draghi hanno atteso il proprio turno come previsto dal piano vaccinale, senza beneficiare di preferenze o fortunate coincidenze. In questo caso è andata diversamente".

 

La prima cittadina di Volano avrebbe, infatti, giocato d'anticipo. "E' notizia certa e confermata dalla diretta interessata - aggiungono i consiglieri comunali di Centro autonomista popolare - che la sindaca non ha accolto l’invito di tutte le autorità di essere esempio nel rispettare le priorità imposte dallo Stato, tanto che nel mese di marzo è stata vaccinata con largo anticipo rispetto ai suoi coetanei, mentre c’erano ancora molti soggetti fragili del nostro Comune in attesa della somministrazione".

 

La sindaca Maria Alessandra Furlini, confermata in carica alle ultime elezioni comunali con il 61,38% delle preferenze a seguito del ballottaggio, è classe 1956 e geometra. "Le prenotazioni per i nati in quell'anno - spiegano  Volani, Boschi e Voltolini - sarebbero però iniziate solo con il 16 aprile, momento in cui la Provincia è riuscita a reperire ulteriori dosi. Contattata, la sindaca il 28 aprile si è giustificata sostenendo che la dose sarebbe andata sprecata e che è stata vaccinata in quanto ricompresa nelle forze dell'ordine".

 

Il via libera alle vaccinazioni delle forze dell'ordine è stato dato intorno al 26 febbraio per una platea potenziale di circa 10 mila persone tra forze di polizia, vigili del fuoco e volontari di Protezione civile, successivamente il governo ha cambiato indirizzo per quanto riguarda il cronoprogramma e anche in Trentino la campagna è stata sospesa per privilegiare le fasce d'età rispetto alle categorie. "Sappiamo per certo - continuano le minoranze - che a Volano erano presenti persone fragili e superfragili che si sarebbero volontariamente sottoposti al trattamento. Inoltre non esiste alcuna norma di legge che dia una qualche priorità vaccinale ai primi cittadini".

 

Ora il gruppo consiliare chiede conto sulle ragioni di opportunità di ricevere la dose di vaccino. "Sulle eventuali responsabilità personali, come accaduto in altri casi simili e se lo riterrà opportuno, farà luce la magistratura, ma come forza di minoranza abbiamo il dovere di rilevare e condannare questo comportamento oltremodo egoistico e inopportuno, specialmente se messo in atto dall’Autorità sanitaria del Comune. Non si tratta di una vicenda che verrà dimenticata e, specialmente, dovrà essere giustificata ai cittadini, soprattutto a quelli che ogni giorno rischiano la vita a causa del virus".

 

Non c'è stato modo di avere un commento oppure un chiarimento da parte della prima cittadina. "Mi riservo di rispondere in sede di Consiglio comunale", la risposta di Furlini, raggiunta telefonicamente da Il Dolomiti.

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Ambiente
05 dicembre - 17:43
Ecco i consigli dell'Organizzazione internazionale di protezione animali: “Il lupo è un animale schivo, non pericolo per l'uomo. Naturalmente [...]
Montagna
05 dicembre - 16:24
Il tema del contendere è il fatto che il Club Alpino Italiano si è schierato contro il nuovo collegamento sciistico del Vallone delle Cime [...]
Cronaca
05 dicembre - 17:14
E' successo a Sarentino nel weekend di neve che ha interessato il Trentino Alto Adige. Fortunatamente la macchina si è fermata tra i rovi e i rami [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato