Contenuto sponsorizzato

Dai -23 gradi di Dobbiaco ai +18 di Bolzano. Con precipitazioni fino a 4 volte superiori alla media, si chiude ufficialmente l'inverno meteorologico

Con domenica 28 febbraio si chiude ufficialmente l'inverno meteorologico. In tutto l'Alto Adige le precipitazioni hanno superato di 3-4 volte la media di lungo periodo

Pubblicato il - 27 February 2021 - 10:38

BOLZANO. Nella giornata di lunedì 1 marzo finisce ufficialmente l'inverno meteorologico. Una stagione che rimarrà negli annali meteo come una delle più ricche di precipitazioni: in tutto l'Alto Adige, infatti, è piovuto e nevicato da 3 a 4 volte di più rispetto alla media di lungo periodo. Così emerge dai report dell'Ufficio meteorologia e prevenzione valanghe dell'Agenzia della Protezione civile provinciale.

 

In tutti e tre i mesi invernali le quantità di precipitazioni hanno fatto registrare valori sopra la media, specialmente a dicembre. Le temperature, in val d'Adige come in Bassa Atesina, si sono attestate vicino alla media di lungo periodo fra il 1981 e il 2010. Dicembre si è caratterizzato per temperatura lievemente più miti, seguito però da un gennaio molto più freddo e da un febbraio che invece è stato meno rigido.

 

Questo è almeno il quadro delle vallate altoatesine, mentre per le zone ad altitudine più elevata i valori registrati sono stati più rigidi rispetto alla media di almeno 0.5-1 grado. Il valore più basso dell'inverno 2020/2021 si è registrato il 14 febbraio a Dobbiaco, quando la colonnina di mercurio ha toccato i -23º. A Bolzano, invece, si è registrato il picco invernale più alto: nella giornata di venerdì 26 febbraio sono stati raggiunti i 18 gradi centigradi.

 

Con l'inverno ormai prossimo alla conclusione, come sarà il tempo nei primi scorci primaverili? Da sabato 27 febbraio si avrà una prevalenza di tempo sereno, con qualche annuvolamento e Föhn preveniente da nord in alcune vallate. Domenica 28 febbraio, invece, ultimo giorno del mese e dell'inverno meteorologico, l'alta pressione tornerà a farsi sentire, garantendo cielo sereno e soleggiato con temperature nettamente primaverili.

 

Il pericolo valanghe è dunque marcato. Nondimeno, le escursioni non sono permesse in virtù delle restrizioni che continuano a vigere in Alto Adige per il contenimento della pandemia da Covid-19.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
22 aprile - 15:56
L'allerta è scattata lungo la strada statale 12. In azione la macchina dei soccorsi. Viabilità bloccata in tangenziale
Politica
22 aprile - 13:00
L'altra questione posta all'attenzione del presidente del Consiglio Draghi riguarda i gettiti fiscali arretrati derivanti anch'essi dal Patto di [...]
Ambiente
22 aprile - 13:25
Negli scorsi giorni sono state trovate morte centinaia di api nella zona di Caldonazzo, da qui viene evidenziata la necessità di accelerare [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato