Contenuto sponsorizzato

Fermato un 18enne, ha rubato una moto e poi ha cercato di gettarla addosso ad un agente. Deve rispondere anche per la contraffazione della targa

Il giovane era ricercato da diversi giorni. Ieri è stato rintracciato dalla polizia. Nel tentativo di fuggire ha tentato di gettare la moto addosso agli agenti ma è stato poi fermato e arrestato 

Pubblicato il - 16 gennaio 2021 - 12:33

TRENTO. Ha rubato una moto per poi compiere un raid di scippi e rapine oltre a rivolgersi più volte, con atteggiamenti di sfida, alle forze dell'ordine.

 

Una scorribanda che è terminata nelle scorse ore quando la polizia ha fermato il 18enne di Thiene, nel vicentino, da ormai alcune settimane ricercato.

 

La vicenda, raccontata anche dai quotidiani vicentini, è iniziata nei primi giorni di gennaio quando una volante di polizia si era avvinata ad un gruppo di giovani per un controllo. Da questo gruppo, un ragazzo aveva avviato la moto e si è allontanato. Da una successiva verifica, la targa del mezzo risultava essere contraffatta.

 

Sono quindi iniziate le indagini. Il giovane è stato visto altre volte sul territorio con atteggiamenti di sfida nei confronti della polizia fino a quando ieri pomeriggio è stato rintracciato a bordo della propria moto fermo a Thiene.

 

Gli agenti si sono avvicinati e il ragazzo, non avendo il tempo di accendere la moto e partire, ha cercato prima di gettare il mezzo contro le forze dell'ordine e poi la fuga. E' stato però fermato e arrestato.

 

Il giovane deve rispondere non solo della moto rubata e della contraffazione della targa ma anche del tentato furto su una macchina, assunzione di sostanze stupefacenti, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale e diverse altre sanzioni che riguarda le regole del codice della strada.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 febbraio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

24 febbraio - 20:31

Sono 205 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 35 pazienti sono in terapia intensiva e 41 in alta intensità. Oggi comunicati 3 decessi. Sono 83 i territori che presentano almeno un nuovo caso di positività

24 febbraio - 21:20
Un appello anche alla Provincia da Anna Conigliaro Michelini. "La legge prevede la sospensione condizionale della pena sia subordinata alla partecipazione di percorsi specifici". Un'azione che, però, ha subito una battuta d'arresto. "Nell’ultimo anno la richiesta è aumentata esponenzialmente, ma paradossalmente la Provincia ha ritenuto di sospenderlo. Sento l’obbligo di dire al presidente Fugatti e all’assessora Segnana che, nelle circostanze che viviamo, ogni ritardo è colpevole e mette a rischio la vita di altre donne"
24 febbraio - 20:01

E' situata all’ospedale riabilitativo “Villa Rosa” di Pergine Valsugana e dispone di 14 posti letto, 1 palestra, 2 piscine, 1 laboratorio di analisi del movimento, 1 centro di valutazione domotica e addestramento ausili e 1 sezione dedicata alla riabilitazione robotica. Ecco in cosa consiste il centro e di cosa si occuperà

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato