Contenuto sponsorizzato

Folle inseguimento in strada tra auto cariche di mazze, machete e spranghe di ferro: 6 denunciati nella notte

E' successo nella notte tra il 28 e il 29 novembre a Verona, dove alcuni giovani hanno ingaggiato un folle inseguimento in Borgo Milano, con le auto cariche di oggetti atti ad offendere: dopo l'intervento delle forze dell'ordine vengono denunciati in 6, tutti tra i 18 e i 31 anni

Pubblicato il - 29 novembre 2021 - 19:22

VERONA. Notte di follia per le strade di Borgo Milano a Verona: due auto ingaggiano un inseguimento con i veicoli carichi di mazze, machete e spranghe di ferro. Sono 6 in tutto i denunciati dalle forze dell'ordine, cinque cittadini di origini indiane compresi tra i 18 e i 31 anni e un 18enne veronese.

 

Dopo aver percorso a folle velocità corso Milano, raccontano i poliziotti, le auto coinvolte nell'inseguimento sono state intercettate dagli agenti delle volanti poco prima delle 23, all'incrocio tra via San Marco e via Don Sturzo, all'arrivo dei poliziotti le due vetture erano ferme all'incrocio, rivolte una contro l'altra.

 

All'esterno di una delle due erano presenti quattro giovani, uno dei quali stava brandendo un machete all'indirizzo degli occupanti dell'altra autovettura. Alla vista della volante, una delle auto è riuscita a far perdere le proprie tracce, mentre i giovani che si trovavano all'esterno dell'altra hanno tentato di fuggire a piedi in diverse direzioni.

 

Tre di loro, raccontano i poliziotti, sono però stati raggiunti e fermati dagli operatori. All'interno della loro auto, le forze dell'ordine hanno rinvenuto due machete, una roncola e una mazza ferrata. Nel corso del controllo è poi sopraggiunta anche un'altra autovettura coinvolta nell'inseguimento con a bordo due cittadini indiani e il 18enne veronese che, alla vista dei poliziotti, hanno tentati di disfarsi di un bastone in legno e di un tubo in metallo, gettandoli fuori dall'auto.

 

Tutti gli oggetti rinvenuti sono stati sequestrati al termine degli accertamenti e per tutti e sei è scattata la denuncia per porto d'armi od oggetti atti a offendere. Tre di loro dovranno anche rispondere di minacce aggravate. Gli uffici della questura nel frattempo sono al lavoro per portare avanti ulteriori accertamenti e riuscire così a ricostruire l'esatta dinamica dei fatti.

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 18 gennaio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
19 gennaio - 16:08
La ministra della Giustizia Marta Cartabia ha riferito in Senato sulla vicenda che vede Chico Forti ancora recluso negli Stati Uniti. Conzatti: [...]
Cronaca
19 gennaio - 13:59
Il violento incidente è avvenuto su Via Alto Adige intorno alle 13.30 a Gardolo
Cronaca
19 gennaio - 15:09
Negli ultimi cinque giorni, dicono le forze dell'ordine, sono stati ben tre gli esercizi pubblici chiusi dalla Questura a causa delle varie [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato