Contenuto sponsorizzato

FOTO. Riesce a uscire in tempo dal furgone prima che prenda fuoco. La colonna di fumo si vede da tutta la città

Un conducente di un furgone è riuscito a uscire in tempo dal proprio mezzo prima che prendesse spontaneamente fuoco. L'episodio è avvenuto all'uscita dell'autostrada di Verona nord 

Pubblicato il - 22 febbraio 2021 - 19:39

VERONA. Accortosi che qualcosa non andana, il conducente è sceso appena in tempo dal mezzo prima che prendesse fuoco. Un'alta colonna di fumo si è quindi alzata dal veicolo in fiamme, tanto da essere visibile anche dalla città.

 

Erano le 11.45 circa di lunedì 22 febbraio, quando i vigili del fuoco sono intervenuti nel tratto di tangenziale Ss62 all'uscita del casello autostradale di Verona nord. Fortunatamente nessuno rimaneva ferito, ma l'incendio del mezzo impegnava non poco i pompieri, tanto da costringere alla chiusura temporanea della strada al traffico.

 


 

Le cause dell'incendio sono di probabile natura elettromeccanica e rimangono al vaglio dei tecnici dei vigili del fuoco. La polizia stradale, durante le operazioni di soccorso, ha bloccato il traffico, per poi riaprirlo una volta che la strada è stata liberata dal mezzo incendiato.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 febbraio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

24 febbraio - 20:31

Sono 205 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 35 pazienti sono in terapia intensiva e 41 in alta intensità. Oggi comunicati 3 decessi. Sono 83 i territori che presentano almeno un nuovo caso di positività

24 febbraio - 21:20
Un appello anche alla Provincia da Anna Conigliaro Michelini. "La legge prevede la sospensione condizionale della pena sia subordinata alla partecipazione di percorsi specifici". Un'azione che, però, ha subito una battuta d'arresto. "Nell’ultimo anno la richiesta è aumentata esponenzialmente, ma paradossalmente la Provincia ha ritenuto di sospenderlo. Sento l’obbligo di dire al presidente Fugatti e all’assessora Segnana che, nelle circostanze che viviamo, ogni ritardo è colpevole e mette a rischio la vita di altre donne"
24 febbraio - 20:01

E' situata all’ospedale riabilitativo “Villa Rosa” di Pergine Valsugana e dispone di 14 posti letto, 1 palestra, 2 piscine, 1 laboratorio di analisi del movimento, 1 centro di valutazione domotica e addestramento ausili e 1 sezione dedicata alla riabilitazione robotica. Ecco in cosa consiste il centro e di cosa si occuperà

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato