Contenuto sponsorizzato

Giulia Bettagno, la direttrice generale di Casa Girelli è 'Giovane manager' italiana: “Il mondo del vino per me è più passione che lavoro”

La direttrice generale di Casa Girelli è tra i 10 talenti che sabato scorso hanno ricevuto a Roma il premio Giovane manager, prestigioso riconoscimento istituito da Federmanager con l'obiettivo di potenziare il ruolo e il valore delle competenze manageriali. Bettagno è l'unica manager premiata proveniente dal mondo vitivinicolo

Pubblicato il - 24 novembre 2021 - 19:23

TRENTO. “Sono nata e cresciuta nel mondo del vino: per me questa è più una passione che un lavoro”. Sono queste le parole di Giulia Bettagno, direttrice generale di Casa Girelli spa dopo il prestigioso premio “Giovane manager” ottenuto sabato scorso a Roma. Il riconoscimento, istituito da Federmanager, nasce con l'obiettivo di potenziare il ruolo e il valore delle competenze manageriali e Bettagno è l'unica manager premiata proveniente dal mondo vitivinicolo.

 

“Sono onorata di tale premio e ringrazio tutti coloro che mi hanno sostenuta – ha dichiarato la direttrice generale di Casa Girelli – essere manager è per me curare una comunità di persone, un team di relazioni su cui poggia l'identità di ogni azienda”. Dopo la laurea Bettagno è volata a Londra, alla London School of Economics dove ha concluso quest'anno il suo master. “Ho lavorato in alcune bellissime realtà italiane” spiega la direttrice, che ha iniziato giovanissima la sua carriera nel settore collaborando negli anni con note aziende come Zonin, storica casa vinicola veneta e Planeta, iconica realtà produttiva siciliana. Dopo aver ricoperto ruoli di responsabilità nell'ambito dell'export management e della direzione export, Bettagno arriva nella trentina Casa Girelli a luglio 2020 quando, dopo l'acquisizione dell'azienda da parte del Gruppo Cavit, ne assume la direzione generale.

 

“Mi piacerebbe mettere tutte le mie esperienze a servizio del gruppo – dice Bettagno – io ho studiato e lavorato all'estero ma ho deciso di rimanere in Italia perché questa è casa mia ed è qui che voglio riuscire a portare impegno e innovazione”. Dal settembre scorso la direttrice di Casa Girelli è capo del gruppo Giovani manager di Federmanager Verona e ora, dopo la premiazione di Roma, inizierà anche a fare parte del consiglio direttivo nazionale. Il premio per Giovane manager ha previsto la selezione di numerosi curricula arrivati da tutta Italia che sono stati esaminati in base al percorso di studio e di carriera, l’anzianità nel ruolo, eventuali menzioni per meriti professionali e anche per la motivazione della candidatura. Dalle quattro semifinali per aree territoriali che si sono svolte nei mesi scorsi a Trieste, Firenze, Milano e Napoli, sono stati selezionati 40 finalisti, tra i quali sono stati decretati i 10 vincitori.

 

“Sinceramente la vittoria è stata inaspettata – conclude Bettagno – perché vedendo gli altri profili dei partecipanti ho visto tantissimi giovani competenti e molto preparati. Trovarsi a condividere con loro quest'esperienza è stato molto importante per me”.

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 24 gennaio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
24 gennaio - 20:11
L'incontro si è svolto oggi, dopo che nelle scorse settimane la tematica è stata affrontata in diverse occasioni: l'Amministrazione ha confermato [...]
Cronaca
24 gennaio - 21:01
Fra pochi giorni un giudice dovrà stabilire se accogliere o meno il ricorso, presentato dai famigliari di Matteo Tenni, contro l’archiviazione [...]
Economia
24 gennaio - 20:17
Lettera aperta sottoscritta da numerosi gestori delle piscine in diverse zone del Trentino che non riescono più ad andare avanti. "Siamo [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato