Contenuto sponsorizzato

Il Madagascar sconvolto dai cambiamenti climatici: a Cles in arrivo un mercatino per raccogliere fondi

Il Madagascar sta affrontando una delle carestie più gravi degli ultimi anni. In Trentino, c’è un’associazione, Amici del Madagascar, che dal 1998 lavora nel Paese attraverso un programma di sostegno a distanza. Sabato 31 luglio l’associazione è in corso Dante, a Cles, con un mercatino artistico artigianale per la raccolta fondi

Di Marianna Malpaga - 31 July 2021 - 15:27

CLES. La crisi che il Madagascar sta vivendo è stata definita come “la punta dell’iceberg”. Un iceberg da cui emerge una delle peggiori carestie che l’isola dell’Oceano Indiano abbia mai attraversato, e il cui sommerso sono i cambiamenti climatici. “Il sud del Paese è in ginocchio. La notizia è degli ultimi giorni, ma è così da sempre”, spiega Rita Cattani, presidente dell’associazione Amici del Madagascar, nata nel 1998 su impulso di don Luigi Franzoi, che era stato a più riprese nel Paese.

 

Oggi, sabato 31 luglio, Cattani e altri associati si trovano a Cles, in corso Dante, davanti alla sede della Pro Loco. Hanno allestito un mercatino artistico artigianale per raccogliere dei fondi per l’associazione. “Vendiamo prodotti del Madagascar – dice Cattani -. Prima del Covid, infatti, ci spostavamo nell’isola almeno una, due volte all’anno, per restare sempre aggiornati sulla situazione nel Paese e per capire come calibrare al meglio i nostri interventi. Al rientro, poi, accumulavamo nei 46 chilogrammi di valigia prodotti comperati nei mercatini locali ma anche da tante piccole realtà che sosteniamo. Il sapone che vendiamo viene da una scuola per ragazzini con disabilità, mentre le tovaglie e i ricami sono stati fatti da due scuole, gestite dalle orsoline, che danno lavoro a ragazze che vivono in strada, e dalle carmelitane”.

 

I malgasci vivono di commercio informale. “Si dice che la povertà di un Paese possa essere misurata dal numero di bancarelle che ci sono in strada – spiega Cattani -. E il Madagascar, nelle città più grosse, non ha più marciapiedi: la gente vende anche solo tre patate lesse o un pugnetto di carote. Il Covid, come si può immaginare, ha avuto delle ripercussioni grandissime per loro. Mentre a noi portavano la spesa a casa, loro, non potendo uscire, non avevano di che vivere”.

 

Il mercatino sarà organizzato anche nel mese di agosto. Il ricavato servirà per sostenere il lavoro dell’associazione, che è attiva su diversi fronti e si appoggia alle suore presenti in Madagascar, che conoscono bene la realtà locale.



Un progetto è quello delle adozioni a distanza, che Rita Cattani preferisce chiamare “sostegno a distanza”. “Lo portiamo avanti sin dagli inizi – racconta – riuscendo a garantire i diritti umani ‘di base’ ai bambini malgasci: scuola, vestiti, cibo e medicinali. Con le 180 adozioni in campo, però, sosteniamo anche le famiglie nelle spese mediche e alimentari”. Amici del Madagascar aiuta anche diciassette ragazzi che frequentano il centro per persone con disabilità. “È un miracolo che in Madagascar esista un posto del genere – spiega Cattani -. Di solito, infatti, se una persona che abita in un Paese in via di sviluppo è disabile viene subito emarginata. Nel caso del Madagascar, il centro è nato grazie alla sensibilità di madame Florine”.

 

L’associazione – i cui soci provengono, oltre che dal Trentino, dalla Sardegna e dall’Emilia Romagna - non lavora solo nella capitale, Antananarivo. Il suo raggio d’azione si estende anche sulla costa ovest dell’isola, sugli altopiani centrali e nel sud, fino alla città di Mahasoa.

 

Il progetto più grosso, per il momento, è legato a un complesso scolastico costruito nel 2014. Un plesso completo, che contiene elementari e medie, con accesso all’acqua potabile. “Adesso stiamo trasformando una piccola chiesetta accanto al complesso in una mensa scolastica – conclude Rita Cattani -. L’anno prossimo invece, sempre in quella zona, creeremo un dispensario con una maternità annessa”.

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 settembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
25 settembre - 20:26
Trovati 17 positivi, 0 decessi nelle ultime 24 ore. Registrate 49 guarigioni. Sono 22 i pazienti in ospedale, di cui [...]
Cronaca
25 settembre - 20:08
Manifestazione "No Green pass" per le vie del centro di Trento. Tra i soliti slogan, una variazione sul tema è la tappa sotto la redazione de [...]
Cronaca
25 settembre - 19:44
L'escursionista aveva raggiunto la cima della montagna, a circa 3.000 metri d'altitudine, insieme ad un amico: mentre rientravano lungo la cresta [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato