Contenuto sponsorizzato

Il ricercatore trentino Francesco Mazzarotto nominato Cavaliere della Repubblica: “Non riesco a crederci”

Francesco Mazzarotto, ricercatore classe 1987 originario del Primiero, è stato nominato Cavaliere al merito delle Repubblica per via dei suoi risultati nel campo della bioinformatica. La nomina arrivata in questi giorni via posta: “Semplicemente non riesco a crederci”

Di T.G. - 27 February 2021 - 10:34

PRIMIERO. Classe 1987 il primierotto Francesco Mazzarotto può già vantare una brillante carriera come ricercatore che in questi anni lo ha portato in diverse parti del mondo dove ha potuto affinare le sue competenze. Ora però, grazie ai meriti conquistati sul “campo”, quello della ricerca ovviamente, Mazzarotto potrà anche annoverare fra i vari titoli anche quello di “Cavaliere al merito delle Repubblica”.

 

L’importante onorificenza gli è stata consegnata nei giorni scorsi e porta la firma del presidente della Repubblica Sergio Mattarella e dell’ex primo ministro Giuseppe Conte. “L’ho ricevuto per posta – spiega il ricercatore su Twitter riferendosi all’attestato – semplicemente non riesco a credere di averlo ricevuto”. Mazzarotto ha voluto ringraziare le persone che gli sono state vicine e lo hanno aiutato nel suo percorso.

 

 

Il ricercatore che oggi si divide fra Firenze, Primiero e Londra, dopo la laurea in biologia all’Università di Bologna con specializzazione in bioinformatica ha studiato anche in Nuova Zelanda e all’università di Tampere in Finlandia. Dopodiché ha conseguito un dottorato di ricerca in Medicina clinica, incentrato sulla dissezione delle basi genetiche delle malattie cardiovascolari attraverso approcci bioinformatici, al prestigioso Imperial College di Londra.

 

Le sue ricerche, che lo hanno portato a essere nominato Cavaliere della Repubblica, si concentrano su biologia e bioinformatica, in particolare nello sviluppo di algoritmi finalizzati all’analisi dei dati di sequenziamento di nuova generazione, interpretazione di varianti, test di associazione di varianti rare, cura genica e convalida di associazioni genetiche con malattia.

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
29 novembre - 16:44
La presa di posizione di Futura: “L’esperienza del Centro Sociale Bruno non solo non va sgomberata ma al contrario, anche in vista dei prossimi [...]
Cronaca
29 novembre - 16:17
L'iniziativa è stata lanciata dal Comune per ripensare gli spazi della città "immaginando i prossimi anni '30", in riferimento [...]
Cronaca
29 novembre - 16:45
Il Veneto è il territorio che ha la maggiore incidenza dei casi e anche i ricoveri sono di nuovo in crescita. L'assessora Lanzarin ha aggiornato [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato